Carattere

Il gip del Tribunale di Vibo convalida gli arresti dei carabinieri e applica la misura cautelare dei domiciliari. Oltre 400 le piante di canapa indiana sequestrate

Cronaca

Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Gabriella Lupoli, ha convalidato l’arresto dei carabinieri dell’Aliquota operativa della Compagnia di Vibo Valentia, che unitamente a quelli della Stazione di Vibo Marina e dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno fermato i fratelli Leonardo, 42 anni, e Giuseppe Fazio, 43 anni, di Vibo Marina. I due fratelli sono accusati di aver coltivato quasi 400 piante di marijuana in un terreno della frazione Longobardi, provvedendo ad irrigare la piantagione con un tubo collegato ad una botte. Quale misura cautelare il giudice, in accoglimento delle richieste dell’avvocato Francesco Lione, ha quindi disposto gli arresti domiciliari e pertanto i fratelli Fazio hanno lasciato il carcere di Vibo Valentia. Le piante di marijuana sequestrate - e che ora saranno distrutte - avevano un’altezza variabile ricompresa fra uno e due metri. 

LEGGI ANCHE: Sorpresi ad annaffiare 400 piante di marijuana, arrestati due fratelli a Longobardi (FOTO/VIDEO)

 

 

In evidenza

Seguici su Facebook