Nubifragio a Nicotera, rassicurazioni dalla commissione straordinaria (VIDEO)

Assemblea pubblica nella giornata di ieri nella sede del Centro operativo misto a Badia. Proseguono serrati, nel frattempo, gli interventi di messa in sicurezza

Assemblea pubblica nella giornata di ieri nella sede del Centro operativo misto a Badia. Proseguono serrati, nel frattempo, gli interventi di messa in sicurezza

Informazione pubblicitaria
L'assemblea a Badia di Nicotera
Informazione pubblicitaria

Si lavora per un graduale e sofferto ritorno alla normalità nelle zone devastate dall’ondata di maltempo dello scorso 18 giugno, quando su Nicotera e Joppolo si è concentrata una cella temporalesca capace di rovesciare al suolo 50 millimetri di pioggia in poche ore. Catastrofiche le conseguenze: case e strade allagate, torrenti straripati, muri crollati, circolazione ferroviaria interrotta. A Nicotera è sorta addirittura una nuova spiaggia dove prima c’era solo una scogliera. A Joppolo parte del lungomare è stato spazzato via dalla furia dell’acqua. I cittadini non sono rimasti con le mani in mano. Fin dalle prime ore la macchina dei volontari, affiancati da Protezione civile, Vigili del fuoco, Esercito, Calabria Verde, si è messa in moto per ripristinare lo stato dei luoghi e scongiurare nuovi danni. La paura è che, passata l’emergenza, ci si dimentichi della distruzione subita e che questo lembo di territorio ritorni all’abbandono e all’incuria. Per questo i comitati civici locali hanno da subito chiesto risposte alle istituzioni, appellandosi al Comune di Joppolo e alla commissione straordinaria di Nicotera che, al pari della Regione, hanno avanzato richiesta per lo stato di calamità naturale.   

Informazione pubblicitaria

In particolare, un’assemblea pubblica si è svolta ieri nella sede del Centro operativo misto istituito a Badia Nicotera, nella quale i componenti del Comitato 14 luglio e diversi cittadini hanno chiesto e ottenuto di confrontarsi con la commissione straordinaria in ordine agli interventi di ripristino e messa in sicurezza, guardando con non poca preoccupazione anche alla nuova ondata di maltempo prevista per la prossima settimana. Dal commissario Nicola Auricchio rassicurazioni sugli interventi effettuati e quelli da effettuare a Nicotera Superiore e alla Marina, dove sono attesi interventi di pulizia dell’alveo dei torrenti già effettuati nella vicina Joppolo. «Si è inoltre provveduto per quanto di rispettiva competenza – ha spiegato il commissario -, ad interessare la Provincia di Vibo Valentia, per i gravi danni alla viabilità, nonché la Rete ferroviaria italiana, per il cedimento di una parte del sedime ferroviario in zona stazione». Intervento nel frattempo completato con la circolazione che è ritornata regolare sul tratto in questione. «Sono stati attentamente controllati e monitorati, in particolare, gli impianti idrici e fognari, a causa della abnorme quantità di acqua caduta nelle due giornate». Garanzie anche sull’iter per la richiesta dello stato di calamità tanto che lo stesso commissario ha informato che la Prefettura di Vibo, fin dal 18 giugno, si è fatta carico di coprire tutte le spese necessarie agli interventi più urgenti. «In data 20 giugno la commissione straordinaria – ha riferito – ha adottato la delibera di richiesta di dichiarazione di stato di calamità, da inoltrare alla Regione Calabria ai fini dello stanziamento volto al risarcimento dei danni sofferti dalle strutture comunali e viarie nonché dai cittadini».

Infine i ringraziamenti di Auricchio «ai vigili del fuoco, agli operatori della Protezione civile regionale e di Calabria verde, i comandanti di Stazione ed i militari dell’Arma dei carabinieri e della Guardia costiera, gli operatori delle ditte intervenute per l’abnegazione e la grande professionalità dimostrate nella difficile circostanza. Particolare ringraziamento va alla struttura tecnica del Comune, coordinata dal tecnico architetto Bruno Doldo, ed a tutti i collaboratori ed impiegati comunali, che in ogni momento hanno prestato continua e qualificata attività al servizio della comunità. Va dato atto, infine – ha concluso -, del fattivo ed operoso comportamento tenuto dai cittadini di Nicotera che, pur seriamente colpiti dagli eventi calamitosi, non hanno fatto mancare collaborazione ed utili suggerimenti operativi».

LEGGI ANCHE: Nubifragio a Nicotera e Joppolo, chiesto l’intervento di Governo e Regione

Alluvione a Nicotera e Joppolo, in volo sui luoghi del disastro (VIDEO)

Nubifragio nel Vibonese, su Nicotera e Joppolo 50 millimetri di pioggia

Nubifragio nel Vibonese, Mangialavori: «Si valuti lo stato d’emergenza»

Nubifragio a Nicotera e Joppolo, Tansi: «Situazione critica» (VIDEO)