Spaccio di eroina, condanna definitiva per 44enne di Francica

La Cassazione dichiara inammissibile il ricorso e deposita i motivi del verdetto

La Cassazione dichiara inammissibile il ricorso e deposita i motivi del verdetto

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La terza sezione penale della Cassazione ha reso definitiva la condanna a 4 anni, 4 mesi e 20mila euro di multa nei confronti di Nazzareno Suppa, 44 anni, di Francica, riconosciuto colpevole di detenzione ai fini di spaccio 1.987 grammi di eroina da cui sarebbe stato possibile ricavare 3.676,80 dosi. La sostanza stupefacente era stata trovata dalle forze dell’ordine occultata all’interno di una confezione riposta dentro il vano porta oggetti dell’autocarro di sua proprietà. La Suprema Corte ha infatti ritenuto “manifestamente infondato” il ricorso di Suppa avverso la sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro emessa il 5 maggio 2017, spiegando in sentenza che l’esorbitante quantitativo di principio attivo presente nella sostanza stupefacente avrebbe permesso di confezionare circa 4.000 dosi, con la conseguenza di agevolare il consumo presso una cerchia rilevante di tossicodipendenti. Tale dato è logicamente valorizzato – sostengono i giudici – quale indice di una complessiva gravità dell’attività svolta dallo spacciatore e sostiene adeguatamente la motivazione della circostanza aggravante”. In primo grado Nazzareno Suppa era stato processato e condannato dal Tribunale di Lamezia Terme. 

Informazione pubblicitaria