Carattere

L’intervento dei carabinieri in un’azienda dell’area industriale ha permesso di risalire all’autore del rogo che aveva destato allarme nella popolazione

Cronaca

Una densa e scura colonna di fumo, che ha ammorbato l’aria nella zona industriale di Maierato con esalazioni tossiche che si sono rapidamente propagate fino al centro abitato, ha destato nella giornata di oggi preoccupazione e allarme tra la popolazione. Il sollecito intervento dei carabinieri della locale Stazione ha consentito di verificare che all’origine della nube vi era un incendio appiccato a cumuli di rifiuti speciali all’interno di un’azienda situata proprio nella locale area destinata agli insediamenti produttivi. I militari intervenuti hanno dunque provveduto a denunciare in stato di libertà il titolare dell’azienda, D. A., per il reato di combustione illecita di rifiuti. L’attività rientra nel servizio di controllo del territorio e di repressione dei reati in materia ambientale che, nella medesima zona, dall'inizio dell'anno, ha portato gli uomini della Stazione diretta dal maresciallo Giuseppe Cozzo, a compiere diversi accertamenti denunciando gli autori dei reati in materia ambientale accertati.

LEGGI ANCHECombustione illecita di rifiuti, una denuncia a Maierato

 

Seguici su Facebook