Carattere

Di proprietà di Jessica D’Ippolito, il magnifico esemplare della razza canina di origine tedesca si è piazzato al secondo posto nel campionato mondiale in Slovacchia

Ivan Di Prisconte
Cronaca

Un dobermann “vibonese” sul tetto del mondo. Ivan Di Prisconte, magnifico esemplare della razza canina di origine tedesca da sempre simbolo di eleganza, si è piazzato al secondo posto nel Mondiale Idc dobermann in Slovacchia, la più importante e prestigiosa manifestazione del mondo espositivo dobermann. A soli 13 mesi d’età, Ivan, ha dunque conseguito nei giorni scorsi l’ultimo riconoscimento di una lunga serie che lo ha visto primeggiare nelle più importanti manifestazioni canine italiane nell’ambito dell’Associazione italiana amatori dobermann (Aiad) e dell’Ente nazionale della cinofilia italiana (Enci) conquistando numerosi podi. La sua proprietaria, Jessica D’Ippolito, a soli 24 anni, 8 dei quali dedicati alla sua grande passione per i dobermann, ha alle spalle numerosi riconoscimenti anche con altri esemplari della medesima razza. Come quelli ottenuti con la campionessa sociale Teresa Di Prisconte, distintasi anch’essa in più di 40 gare. Altra cagna importante per l’avvio del suo percorso nel mondo dei dobermann è stata Anita Dell’Arco Azzurro, sempre in vetta alle manifestazioni più importanti. Eventi nel corso dei quali, oltre ai requisiti estetici, viene attentamente valutata anche la propensione ad attività di lavoro e l’idoneità alla riproduzione, nonché altre caratteristiche di utilità e difesa. Non ultimi i controlli sanitari finalizzati ad un percorso di selezione nel rispetto degli standard di una razza ritenuta tra le più equilibrate e affidabili. A dispetto delle vecchie dicerie sulla presunta propensione alla pazzia e all’aggressività dei dobermann.

Seguici su Facebook