Cimitero di Bivona nel degrado, Ferraro: «Vergogna inaudita»

Nuova denuncia dell’ex coordinatrice Ncd: «Nonostante le segnalazioni l’amministrazione comunale sembra essere avvolta in un silenzio… tombale» 

Nuova denuncia dell’ex coordinatrice Ncd: «Nonostante le segnalazioni l’amministrazione comunale sembra essere avvolta in un silenzio… tombale» 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Girando per le vie del paese, non solo le sterpaglie invadono i marciapiedi e le strade deturpando l’immagine e creando disagi ai residenti. Ancor più grave è recarsi, con l’animo stretto nel dolore, in un luogo sacro come un cimitero, quello di Bivona, a far visita ai propri cari e non poter accedere alla loro tomba perché, di fatto, una selva è quella che si deve attraversare per raggiungerla». È quanto riferisce in una nota Maria Luana Ferraro, ex coordinatrice Ncd, che richiama ancora una volta l’attenzione sullo stato di degrado che avvolge il luogo sacro della piccola frazione costiera. «Una vergogna inaudita – scrive Ferraro – oltre lo sgomento di chi, nel voler render omaggio ai defunti, se ne trova impossibilitato. Più volte, nei mesi passati, il cimitero di Bivona è stato attenzionato al Comune di Vibo Valentia da numerosi cittadini per lo stesso motivo. A nulla servono le proteste e le segnalazioni poiché ciò che rientrerebbe nell’ordinaria amministrazione, ossia tenere in buone condizioni un luogo non solo pubblico ma anche degno del massimo rispetto, pare esser soggetto ad un contentino e non una costante. Si prenda più seriamente il problema per rispetto ai defunti così come a familiari e amici che, in quel luogo, trovano pace. Scusate il gioco di parole – conclude – ma, anche in questo caso, l’amministrazione sembra esser avvolta nel silenzio tombale!».

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEAl cimitero di Bivona imperversano degrado e abbandono (VIDEO)

Lascia aperto di notte il cimitero di Bivona, provvedimento disciplinare per il custode