Maltempo: esonda il lago Angitola, chiusa la ex 110. Vertice d’urgenza in Prefettura – Video

Il bacino artificiale tracima allagando campi e strade. Quattro famiglie e diversi ospiti di un agriturismo bloccati tra Maierato e Monterosso. I vigili del fuoco raddoppiano i turni

Il bacino artificiale tracima allagando campi e strade. Quattro famiglie e diversi ospiti di un agriturismo bloccati tra Maierato e Monterosso. I vigili del fuoco raddoppiano i turni

Informazione pubblicitaria
Il lago Angitola oltre i livelli di guardia
Informazione pubblicitaria

Livello di massima allerta nelle vicinanze del bacino artificiale dell’Angitola a causa delle piogge torrenziali che si sono riversate nelle ultime ore nel territorio regionale e nel Vibonese in particolare. Il lago ha ampiamente superato questa mattina il livello di piena esondando e allagando campi e strade a valle. Tutte le chiuse sono state sollevate per consentire un rapido deflusso delle acque. Una condizione estrema che non si ricorda a memoria d’uomo e che ha reso necessario un ampio dispiegamento di forze su tutto il territorio di Maierato per fronteggiare l’emergenza. In campo i vigili del fuoco del Comando provinciale e i carabinieri della locale Stazione che stanno in questi minuti prestando soccorso a 4 famiglie rimaste isolate a causa degli smottamenti in località Cannalia, proprio nei pressi del bacino. In prima linea anche il sindaco di Maierato Danilo Silvaggio che ha riferito di una condizione della viabilità ai limiti della praticabilità. Solo nelle prime ore di questa mattina infatti è stato possibile creare dei varchi per uscire dal centro abitato rimasto quasi completamente isolato dalle frane verificatesi nel corso della notte. Le strade circostanti l’Angitola sono state interessate da allagamenti e frane, tanto che la ex Ss 110 risulta al momento intransitabile a causa dello straripamento di un corso d’acqua che ha trascinato con sè fango e detriti nei pressi del bivio per Capistrano. Anche la strada statale 182 ‘delle Serre Calabre’ è chiusa nei pressi di Sorianello dal km 36 al km 43 a causa di una frana. Il traffico è deviato in loco sulla viabilità locale. Uomini e mezzi di Anas sono a lavoro in queste ore per consentire il ripristino della viabilità. A causa dell’allagamento della sede stradale, traffico interdetto anche sulla strada statale 18 dal km 423 al km 425 a Pizzo. Il traffico viene deviato lungo l’A2 Autostrada del Mediterraneo con uscita a Pizzo e rientro a Sant’Onofrio. A Monterosso alcuni ospiti di un agriturismo sono rimasti bloccati a causa di frane e due strade provinciali hanno subito ingenti danni e cedimenti. Per fare fronte alla situazione di estrema criticità i vigili del fuoco hanno raddoppiato i turni, mentre è previsto tra pochi minuti in Prefettura a Vibo un vertice straordinario al quale prenderanno parte i sindaci dei comuni maggiormente colpiti e le forze di emergenza e soccorso: Vvf e ProCiv in particolare.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEIl maltempo imperversa nel Vibonese, Serre e Preserre in ginocchio

Maltempo, notte da incubo nel Vibonese. I sindaci: «Non uscite di casa» – Foto-Video