Da Vibo a Catanzaro, indagine sul decesso di una bimba di due mesi

Proveniente dal Reggino, sul corpo della piccola sono state riscontrate diverse ferite, ecchimosi e perdite di sangue. Indaga la Squadra Mobile

Proveniente dal Reggino, sul corpo della piccola sono state riscontrate diverse ferite, ecchimosi e perdite di sangue. Indaga la Squadra Mobile

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La Procura di Catanzaro ha aperto un’inchiesta sul decesso di una bimba di due mesi giunta al “Pugliese” dall’ospedale “Jazzolino” di Vibo in gravi condizioni e con il corpo pieno di ecchimosi ed il naso sanguinante. Portata ieri notte all’ospedale di Vibo proveniente da San Pietro di Caridà, le condizioni della piccola sono subito apparse serie ai medici del Pronto soccorso dell’ospedale “Jazzolino”. Da qui la corsa verso l’ospedale di Catanzaro dove però c’è stato ben poco da fare. La Squadra Mobile di Catanzaro, dal canto suo, ha provveduto a sequestrare le cartelle cliniche ed i referti medici degli ospedali di Vibo e Catanzaro. Sentiti anche i genitori della piccola. L’esame autoptico verrà invece svolto stamane dal medico legale incaricato dalla Procura di Catanzaro al fine di avere un quadro il più chiaro possibile sulle cause del decesso ed accertare quindi eventuali responsabilità per l’accaduto. 

Informazione pubblicitaria