Carattere

Il 63enne si trova ancora ricoverato in terapia intensiva e in prognosi riservata all’ospedale di Vibo dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Si fa strada l’ipotesi dell’incidente

Cronaca

È fuori pericolo, anche se ancora ricoverato in terapia intensiva e in prognosi riservata, Salvatore Paolillo, l’avvocato 63enne di Pizzo trasportato in ospedale a Vibo per una ferita da arma da fuoco che l’uomo si è procurato all’interno del garage della sua abitazione con una pistola legalmente detenuta nel pomeriggio di ieri. Erano infatti le 17 di sabato, quando il figlio del professionista ha udito un colpo sordo provenire dal locale limitrofo all’abitazione e, accorso sul posto, ha trovato il padre in terra con una vistosa perdita di sangue. Scattato l’allarme, l’uomo è stato accompagnato in ospedale a Vibo dal personale del 118, recatosi sul posto unitamente ai carabinieri della locale Stazione. Quindi è stato sottoposto ad un intervento chirurgico e trasferito in rianimazione. Secondo una ricostruzione che si fa strada in queste ore, il fatto sarebbe da classificare come un incidente in quanto l’avvocato si sarebbe ferito mentre maneggiava l’arma - priva di caricatore ma con un proiettile in canna - premendo inavvertitamente il grilletto ed esplodendo un colpo che lo ha raggiunto al torace senza lambire, fortunatamente, organi vitali. In un primo momento si era diffusa l’ipotesi che si potesse trattare di un gesto volontario, circostanza poi smentita dai congiunti dell’uomo. Ulteriori chiarimenti sulla natura dei fatti potranno, presumibilmente, arrivare presto dal diretto interessato. L’episodio ha in ogni caso suscitato grande sconcerto nella comunità di Pizzo dove l’avvocato Paolillo è molto noto anche in ragione dei suoi trascorsi politici nelle fila di partiti di estrema destra.      

LEGGI ANCHE: Grave un avvocato di Pizzo trovato ferito in casa da un colpo di pistola

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook