Natuzza Evolo, l’avvio della causa di beatificazione spazza via le polemiche – Video

Entro l’anno prenderà il via l’iter della Santa Sede potrebbe elevare la mistica di Paravati agli onori dell’altare. Cresce l’attenzione sulla sua figura: Rai Uno e Tv2000 le dedicano approfondimenti

Entro l’anno prenderà il via l’iter della Santa Sede potrebbe elevare la mistica di Paravati agli onori dell’altare. Cresce l’attenzione sulla sua figura: Rai Uno e Tv2000 le dedicano approfondimenti

Informazione pubblicitaria
La Villa dell gioia nel giorno dell'annuncio
Informazione pubblicitaria

Si sta dimostrando più forte di tutto e tutti la figura di Natuzza Evolo. Più forte delle polemiche e delle diatribe terrene, più forte delle resistenze e degli interessi di bottega e di parte, che spesso nulla hanno a che fare con il Cielo e con quanto lei ha insegnato in vita. Chi temeva o, forse, sperava che lo scontro in atto tra diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” per le mancate riforme dello statuto richieste dal vescovo Luigi Renzo, potesse ritardare o, addirittura, inficiare per sempre l’avvio del suo processo di canonizzazione si sbagliava di grosso. Le parole pronunciate dal presule miletese lo scorso 11 novembre, nel corso della cerimonia eucaristica celebrata nella Villa della Gioia di Paravati, in occasione del nono anniversario della sua morte, seppur inaspettate sono apparse ai più di una forza dirompente, così come l’applauso levatosi alto nella vallata. Dipanando, una volta per tutti, dubbi e contraddizioni, ponendo ognuno di fronte alle proprie responsabilità. La Santa Sede ha dato il suo ok, già entro fine anno l’iter che dovrebbe portare ad elevare Mamma Natuzza agli onori dell’altare sarà avviato ufficialmente dalla Chiesa. Nel frattempo, l’interesse per l’umile donna di Paravati sta aumentando a dismisura anche tra i media. Nei giorni scorsi, hanno trattato la figura della mistica con le stigmate calabrese programmi di caratura nazionale come “La Vita in Diretta” e “Bel tempo si spera”, rispettivamente trasmessi su Rai Uno e Tv2000. Nel primo, a svelare tratti e frangenti del vissuto terreno di una donna “del tutto normale, ma che con la dolcezza e una parola riusciva a sferzare e a far cambiare vita”, sono stati l’attore Pippo Franco e il vaticanista Saverio Gaeta, nel secondo il dermatologo Ivano Luppino e il condirettore di Famiglia Cristiana Luciano Regolo. Personaggi pubblici e uomini di scienza, che hanno avuto la fortuna di conoscere di persona Mamma Natuzza, rimanendone segnati in modo dirompente e indelebile per tutto il resto della loro esistenza, quasi folgorati. Avvicinatesi a lei per curiosità, nel bisogno o per caso, ma tutti colpiti dall’estrema semplicità e dalla sua capacità di sopportare il dolore per un fine più alto, di soffrire nella carne e nello spirito per avvicinare ognuno al Signore e farlo giungere alla fede e a una gioia più profonda. Dalle testimonianze e dai racconti dei due programmi è emerso il tratto di una donna “pazza di Dio e della Madonna”, legata in modo insito all’Altissimo, ma anche le similitudini e la magia dell’incontro con Padre Pio da Pietralcina. Le doti di una “persona santa”, non tanto per i fenomeni sensazionali che ha avuto in dono dal Signore, quanto per la fede con cui è vissuta nella semplicità, nell’amore verso tutti, a servizio e in obbedienza alla Chiesa, che riusciva a far alzare lo sguardo verso Gesù e che ancora oggi non smette di consigliare e indirizzare dall’aldilà chi a lei si rivolge. L’eredità spirituale elargita a piene mani in vita da Mamma Natuzza, come si vede continua a produrre frutti copiosi, incurante dei venti contrari e andando oltre la morte e il verificarsi di beghe terrene che nulla hanno a che fare con il suo insegnamento. La puntata di “Bel tempo si spera” di Tv2000 dedicata a Natuzza Evolo:

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEAvviato il processo di beatificazione di Natuzza Evolo, gioia e commozione a Paravati

Nel giorno di Natuzza il vescovo bacchetta gli “haters”: «Mi hanno dato del pedofilo ma li perdono» – Video

Natuzza beata, parla il figlio: «Solo il vescovo rappresenta la Chiesa e può portare avanti la canonizzazione»

Verso la beatificazione di Natuzza, devoti chiedono potenziamento stazione di Mileto

Nove anni senza Natuzza, Paravati epicentro di fede nel giorno di Ognissanti – Video

Fondazione Natuzza, si tratta sullo Statuto alla vigilia dell’anniversario della morte della mistica