Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino, interviene il Ministero

Il dicastero delle Infrastrutture per volontà del ministro Danilo Toninelli dà carta bianca all’Anas per eseguire i lavori e sostituirsi a Provincia di Vibo e Regione Calabria

Il dicastero delle Infrastrutture per volontà del ministro Danilo Toninelli dà carta bianca all’Anas per eseguire i lavori e sostituirsi a Provincia di Vibo e Regione Calabria

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Svolta per la riapertura della Strada del Mare chiusa dal 7 novembre dello scorso anno nel tratto fra Coccorino e Joppolo a causa della caduta dal costone di un masso. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, non è rimasto insensibile alla richiesta di aiuto invocata dal Comitato spontaneo ed ha deciso di incaricare l’Anas di eseguire tutti i lavori per arrivare alla riapertura della strada provinciale numero 23. Nella giornata di ieri, infatti, sul luogo dove è caduto il masso vi è stato un sopralluogo dell’ingegnere Marco Moladori, responsabile dell’area compartimentale dell’Anas in Calabria, dell’ingegnere Maurizio Ponte dell’Unical, del progettista dell’Anas Raffaele Scalise. Presente anche Marco Galati per il deputato vibonese del Movimento Cinque Stelle, Riccardo Tucci, e altri tecnici che hanno assicurato al Comitato spontaneo “Strada del Mare”, presieduto da Giovanni Capua, che tutto il costone della Strada da Joppolo a Coccorino, a rischio frana, verrà messo in sicurezza. La progettazione dei lavori avverrà in dieci giorni e l’esecuzione delle opere di messa in sicurezza in quattro mesi. Il ministro Danilo Toninelli (M5S) ha dato carta bianca all’Anas riguardo l’importo dei lavori, purchè la strada venga riaperta in tempi celeri visto che si è perso un anno di tempo in chiacchiere tra Provincia di Vibo Valentia (ente proprietario della strada) e Regione Calabria che, con Mario Oliverio – dopo otto mesi – si  si era detta disponibile a sostituirsi alla Provincia nei lavori. Ci ha pensato però ora direttamente il Ministero delle Infrastrutture a sostituirsi ad entrambi gli enti – Provincia e Regione – che in un anno di passerelle e “tavoli tecnici” non sono stati capaci neppure di rimuovere il masso dalla carreggiata stradale. “La rapidità dei lavori assicurati dal Ministero delle Infrastrutture – spiega il Comitato “Strada del mare” – è plausibile in quanto esistono degli accordi quadro che permettono ad Anas di affidare direttamente i lavori ad un’impresa precedentemente individuata. Il ministro Toninelli ha incaricato Anas, nella persona dell’ingegnere Moladori, nei giorni seguenti al servizio di Striscia la Notizia. Un ringraziamento speciale va a Danilo Toninelli. Per tutti gli altri, le passerelle sono invece finite”. Il Comitato “Strada del Mare”, quindi, porta a casa un risultato importante: il ministero delle Infrastrutture ha esautorato Provincia di Vibo e Regione Calabria dal mettere mani sul tratto di strada interrotto, atteso che hanno avuto un anno di tempo e nulla di concreto sono riusciti a realizzare, a parte spendere (la Provincia di Vibo) 15mila euro per chiudere la strada con uno sbarramento fuorilegge (perché irrispettoso delle norme previste dal Codice della Strada), e deviare il traffico veicolare su una ex “mulattiera” stretta, pericolosa, con asfalto scadente e non ripulita dalle erbacce. Resta ora da vigilare sul rispetto dei tempi per l’esecuzione dei lavori per i quali il Ministero prevede una spesa di sei milioni di euro. Di certo, il “balletto” fra politici locali, provinciali e regionali su “galleria sì, galleria no”, è finito. Verrà messo in sicurezza il costone, con buona pace di chi pensava ancora all’ennesimo “tavolo tecnico” fra Regione Calabria e Provincia di Vibo – allargato agli amministratori comunali di Joppolo (quasi sempre assenti dalla “battaglia”, invece quelli di Ricadi, Spilinga, Nicotera e Tropea) – per rimandare alle “calende greche” l’apertura di strada fondamentale, l’unica che collega via costa la provincia di Vibo Valentia a quella di Reggio Calabria. LEGGI ANCHE: Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino: una vergogna lunga un anno

Informazione pubblicitaria

La chiusura della “Strada del Mare” fa una nuova “vittima”: un bus pieno di turisti (FOTO)

Strada del Mare chiusa: ecco tutti i passaggi necessari per la sua totale riapertura

Strada del Mare chiusa, in tanti a protestare contro una vergogna infinita (VIDEO)

Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino, manifestazione di protesta e di…polemiche

Scandalo “Strada del Mare”: la Procura contabile chiede un risarcimento per 15 mln di euro

Scandalo “Strada del Mare”: Procura Vibo chiede cinque rinvii a giudizio

Scandalo “Strada del Mare”: la Provincia di Vibo parte civile