Pizzo in lutto, il vicerettore del Santuario di San Francesco stroncato da un infarto

Padre Rocco Benvenuto ritrovato privo di vita nella sua camera da letto in convento. Inutili i soccorsi. Domani le esequie

Padre Rocco Benvenuto ritrovato privo di vita nella sua camera da letto in convento. Inutili i soccorsi. Domani le esequie

Informazione pubblicitaria
Il compianto padre Rocco Benvenuto
Informazione pubblicitaria

Sarebbe stato stroncato da un infarto questa mattina intorno alle 7 padre Rocco Benvenuto, 58 anni, vicerettore del Santuario di San Francesco di Paola a Pizzo. Il religioso si trovava all’interno della sua camera nel convento dei minimi annesso al santuario napitino, quanto il rettore, padre Gaetano Nicolaci, allarmato per non averlo visto alla consueta ora, lo ha rinvenuto privo di vita. Dato l’allarme, sul posto si sono precipitati i sanitari del 118 e i carabinieri della locale Stazione che non hanno potuto fare altro che constatare l’avvenuto decesso. Padre Rocco, originario di Corigliano Calabro, molto noto in paese e non solo, era un affermato studioso di San Francesco di Paola ed aveva dato alle stampe diverse opere sul santo taumaturgo calabrese. L’ultimo lo scorso anno quando aveva presentato la traduzione in dialetto calabrese della più attendibile biografia su San Francesco di Paola. Sul posto si sono rapidamente radunati tutti i sacerdoti di Pizzo e numerosi fedeli per manifestare il proprio cordoglio per la grave perdita. Un cordoglio al quale si è unito l’Ordine dei minimi di Paola: «Ha vissuto l’umiltà e la saggezza di San Francesco – hanno affermato i suoi confratelli -, ricostruendo con la sua amorevole cultura la Storia del fondatore dell’Ordine di cui, oltre ad esserne un pilastro, ne è stato anche lo storico. La prima mattinata di oggi ha portato una triste notizia: la morte di Padre Rocco Benvenuto; salda guida di una comunità che lo ha ricambiato con amore e affetto per l’opera condotta nel segno del Patrono. Un evento fulminante quello che si sarebbe abbattuto sull’ex Provinciale del Santuario paolano, che probabilmente lo avrebbe colpito nella nottata appena trascorsa. Un attacco improvviso e imprevedibile di cui soltanto all’alba di oggi s’è potuta avere misura, quando Padre Rocco non si è presentato, come di consueto, all’appuntamento mattutino coi suoi confratelli. Padre Rocco Benvenuto, con il carisma noto a tanti, ha efficacemente tramandato il messaggio di San Francesco, suscitando tributi di devozione che, sicuramente, resteranno scolpiti nell’anima dei fedeli, verso i quali, a qualunque latitudine del mondo, ha mandato messaggi, tramandando le Regole dell’ordine con semplicità e Amore. La città di Paola, senz’altro, quest’oggi è orfana di una Guida paterna che ha saputo indirizzare ogni scelta nel verso giusto». Le esequie si svolgeranno domani, giovedì 29 novembre, alle ore 15 al Santuario di San Francesco a Pizzo. La salma verrà poi trasferita al Santuario di San Francesco di Paola a Paola dove verrà allestita la camera ardente.

Informazione pubblicitaria