Maltrattamenti in famiglia, gip Vibo revoca divieto

Accolta l’istanza della difesa per un giovane residente a San Calogero destinatario del provvedimento

Accolta l’istanza della difesa per un giovane residente a San Calogero destinatario del provvedimento

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Revocato dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, Graziamaria Monaco, il divieto di avvicinamento che era stato in precedenza disposto nei confronti di un giovane residente a San Calogero, R.M., accusato di aver maltrattato in più occasioni la propria compagna durante la scorsa estate. La difesa del giovane, assunta dall’avvocato Rocco Barillaro, ha presentato un’istanza finalizzata a dimostrare che gli episodi contestati al proprio assistito non erano configurabili nel reato di maltrattamenti in famiglia, ma avrebbero costituito singoli e sporadici accadimenti, slegati tra loro e assimilabili ad altrettante autonome ipotesi di reato per i quali non era consentita l’applicazione della misura cautelare inflitta. L’istanza della difesa è stata accolta dal gip anche per la mancanza di attualità delle esigenze cautelari. Le investigazioni difensive hanno inoltre portato alla verbalizzazione delle dichiarazioni rese da prossimi congiunti della vittima, volte a dimostrare l’insussistenza del reato contestato. 

Informazione pubblicitaria