Carattere

I carabinieri forestali li sorprendono in località Morrone del comune di Simbario. Furto pluriaggravato e danneggiamento i reati

Cronaca

Stavano tagliando con una motosega 45 alberi di alto fusto di pino laricio in località Morrone del comune di Simbario, all’interno del Parco Naturale regionale delle Serre. Sono stati però sorpresi dai Carabinieri Forestali di Vibo Valentia e dai militari dell’Arma della Compagnia di Serra San Bruno nel corso di una perlustrazione effettuata anche con l’aiuto dell’ottavo Nucleo Elicotteri di stanza a Vibo, ed arrestati. Si tratta di N. D., 51 anni, e L. V., 26 anni, braccianti agricoli del luogo, sorpresi a tagliare e trafugare gli alberi già sezionati in tronchi con l’utilizzo di un trattore. I militari, dopo aver effettuato i previsti controlli e verificata l’inesistenza di qualunque autorizzazione per il taglio dei pini, hanno arrestato i due per il reato di furto pluriaggravato di legname e danneggiamento, in considerazione anche di alcuni precedenti specifici. Tutto il materiale legnoso è stato sottoposto a sequestro, unitamente ai mezzi utilizzati per il trasporto illecito. In attesa delle determinazioni della magistratura di Vibo Valentia, i due sono stati posti agli arresti domiciliari. 

 

 

Seguici su Facebook