Incendio all’ex stabilimento della Marenostro a Portosalvo

Intervento dei vigili del fuoco di Vibo Marina nei locali dell’azienda già di proprietà dell’imprenditore Vincenzo Ceravolo ed attualmente affidata ad un curatore fallimentare

Intervento dei vigili del fuoco di Vibo Marina nei locali dell’azienda già di proprietà dell’imprenditore Vincenzo Ceravolo ed attualmente affidata ad un curatore fallimentare

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un incendio sulle cui cause sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri è scoppiato all’interno di alcuni locali dello stabilimento di Vibo Valentia (zona industriale di Portosalvo) che in passato ospitava l’azienda “Marenostro”, di proprietà dell’imprenditore Vincenzo Ceravolo, specializzata nell’inscatolamento del tonno. La struttura risulta dismessa dopo il fallimento della società. Le fiamme si sono sviluppate in una zona dove si trovavano alcune attrezzature ormai in disuso e altro materiale ferroso e plastico. A far scattare l’allarme è stata la presenza di un’alta colonna di fumo nero che si è levata in cielo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Vibo Marina che hanno provveduto a spegnere le fiamme. I danni sono ancora in corso di quantificazione. Lo stabilimento è attualmente affidato ad un curatore fallimentare da parte del Tribunale di Catanzaro. Vincenzo Ceravolo è da anni testimone di giustizia in alcuni processi contro il clan Mancuso nati dalle operazioni denominate “Breccia 1” e “Breccia 2”. 

Informazione pubblicitaria