Il ruolo dei fratelli vibonesi Costantino e di Giuseppe Campisi nel narcotraffico

I fratelli di Comerconi di Nicotera, imparentati con i Mancuso, fra gli organizzatori, i promotori ed i finanziatori del traffico di stupefacenti

I fratelli di Comerconi di Nicotera, imparentati con i Mancuso, fra gli organizzatori, i promotori ed i finanziatori del traffico di stupefacenti

Informazione pubblicitaria

Sarebbero stati i fratelli Costantino di Comerconi di Nicotera, unitamente a Giuseppe Campisi di Nicotera (uscito dal carcere dopo aver scontato una lunga pena per omicidio a Milano e fratello del broker della cocaina Domenico Campisi, ucciso a Nicotera nel 2011), i promotori, i direttori, gli organizzatori e i finanziatori dell’associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico. In particolare, i Costantino e Giuseppe Campisi avrebbero curato imponenti importazioni di cocaina dal Venezuela, dalla Colombia e dalla Repubblica Dominicana (Giuseppe Campisi, Fabio e Salvatore Costantino) nonché curato una commessa di hashish dal Marocco sino a tremila chili (i fratelli Fabio e Salvatore Costantino). A parlare dei fratelli Costantino, oltre al collaboratore di giustizia Emanuele Mancuso, anche il collaboratore Antonio Femia, 30 anni, di Gioiosa Jonica, broker del narcotraffico. Fabio e Giuseppe Costantino sono stati condannati con sentenza andata definitiva lo scorso anno per usura nel processo nato dall’operazione denominata “Black money”. In particolare, Fabio Costantino è stato condannato a 5 anni e 6 mesi, mentre Giuseppe Costantino, nativo di Comerconi ma residente a Vibo, è stato condannato a 6 anni, 4 mesi e 20 giorni. La parentela con il boss Antonio Mancuso (cl. ’38) è data dal fatto che una sorella dei Costantino ha sposato una nipote della moglie del boss di Limbadi. Un legame, quello con i Mancuso, che ad avviso degli inquirenti sarebbe stato speso dai Costantino e da Giuseppe Campisi (in foto) nelle “trattative” con gli altri narcotrafficanti stanziati in Lombardia e non solo.    LEGGI ANCHE: Operazione “Ossessione”, indagato anche Emanuele Mancuso

Informazione pubblicitaria

Narcotraffico internazionale dal Vibonese, ecco tutti gli arrestati e le accuse – Video