Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino, firmata la convenzione per i lavori

Ministero, Regione Calabria e Provincia di Vibo siglano l’intesa per la messa in sicurezza del costone da parte dell’Anas. Vinta un’importante battaglia

0
1
Roberto Musmanno, Danilo Toninelli e Salvatore Solano
Informazione pubblicitaria

Firmata dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, l’intesa istituzionale con la Regione Calabria e la Provincia di Vibo Valentia per il ripristino e la messa in sicurezza della Strada provinciale numero 23, meglio nota come “Strada del Mare”, interrotta e chiusa al traffico dal 7 novembre del 2017 nel tratto fra Joppolo e Coccorino a causa della caduta di un masso dal costone. Un’arteria fondamentale – come scrive il ministro Cinque Stelle sul proprio profilo facebook – per il territorio poiché unica via di collegamento via mare fra la provincia di Vibo e quella di Reggio Calabria. “Durante la mia visita in Calabria lo scorso 17 dicembre – dichiara il ministro –  moltissimi amministratori locali mi hanno segnalato questo grave e persistente blocco della viabilità, chiedendomi di fare il possibile per risolvere il problema. Oggi sono lieto di poter finalmente dire ai cittadini di Joppolo, Nicotera e Ricadi che, attraverso il coinvolgimento di Anas, arriverà presto un aiuto concreto a Provincia e Regione per realizzare in tempi celeri tutte le attività necessarie al ripristino della viabilità esistente. Questa intesa è un ulteriore passo avanti – conclude Toninelli – verso lo sblocco di tutte quelle situazioni che stanno paralizzando il Paese e che hanno serie conseguenze sulla vita dei cittadini”. I riflettori sull’importanza di riaprire l’arteria stradale si erano accesi nell’aprile del 2018 a seguito di una nostra inchiesta (LEGGI QUI: Strada del Mare chiusa: una vergogna lunga oltre cinque mesie di una lunga battaglia da parte di un comitato spontaneo di cittadini che, capeggiato da Giovanni Capua e Carmelo Preiti, è riuscito a far sentire la propria voce sino a Roma facendo direttamente interessare della questione il ministro, dopo ben cinque mesi di sostanziale inerzia e nulla di fatto da parte della politica locale a più livelli a cui sono seguiti altri mesi di passerelle e rimpalli di competenze.                                                                                                           “Grazie alla sinergia tra ministero, Regione e Provincia oggi possiamo finalmente dire che il più è fatto. Con la convenzione che verrà sottoscritta a breve con l’Anas finalmente potranno partire le fasi di progettazione e poi dei lavori”. Questo invece quanto dichiarato con soddisfazione dal nuovo presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, che ha poi voluto “ringraziare l’assessore regionale Musmanno al quale riconosco grande professionalità e competenza e se questo risultato è stato possibile è anche grazie a lui. Sono già state affrontate altre questioni tecniche con il dirigente nazionale dell’Anas per favorire l’utilizzo delle somme rimanenti, 12 milioni di euro, oltre ai circa tre milioni per la messa in sicurezza del costone, da affidare alla Provincia di Vibo per il completamento delle arterie che da Spilinga porteranno a Tropea. Sono state infine affrontate altre questioni tra cui il passaggio della  ex strada Statale 522 all’Anas”.                                                                                                                  Dal canto suo, esulta per il risultato ottenuto anche il deputato vibonese dei Cinque Stelle, Riccardo Tucci, il quale non nasconde la sua soddisfazione poiché “ogni promessa è un debito”. Da ricordare che la vergogna della Strada del Mare, interrotta a causa della caduta di un masso, è stata portata all’attenzione del ministro Danilo Toninelli grazie soprattutto alle continue battaglie da parte del comitato spontaneo “Strada del Mare” che, in particolare, è riuscito a far arrivare sul posto anche “Striscia la Notizia” per un servizio al quale il ministro non è rimasto insensibile rispondendo già il giorno successivo all’appello lanciato dai cittadini. Infine per lo scandalo dei lavori lungo tutta l’arteria della “Strada del Mare” (da Pizzo a Nicotera), di recente la Corte di Conti ha condannato a risarcimenti milionari due dirigenti della Provincia di Vibo Valentia, ritenuti colpevoli di un gravissimo danno erariale.   LEGGI ANCHE: Scandalo “Strada del Mare”: condanna dalla Corte dei Conti

Informazione pubblicitaria

Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino, interviene il Ministero

Strada del Mare, il Comitato: «La burocrazia regionale non freni i lavori»

Strada del Mare, il Comitato: “Lasciati soli dal Comune di Joppolo”

Strada del mare, le perplessità di Mirabello sull’intervento del ministero

Strada del Mare chiusa, il ministro Toninelli sblocca i lavori

Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino: una vergogna lunga un anno

 

La chiusura della “Strada del Mare” fa una nuova “vittima”: un bus pieno di turisti (FOTO)

Strada del Mare chiusa: ecco tutti i passaggi necessari per la sua totale riapertura

Strada del Mare chiusa, in tanti a protestare contro una vergogna infinita (VIDEO)

Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino, manifestazione di protesta e di…polemiche

Scandalo “Strada del Mare”: la Procura contabile chiede un risarcimento per 15 mln di euro

Scandalo “Strada del Mare”: Procura Vibo chiede cinque rinvii a giudizio

Scandalo “Strada del Mare”: la Provincia di Vibo parte civile