Carattere

I carabinieri, insospettiti dal forte odore che saturava l’aria, hanno effettuato una perquisizione che ha consentito di scoprire le infiorescenze e 115 grammi di marijuana

Cronaca

I carabinieri della Stazione di Spilinga, nel corso di un pattugliamento del territorio della giurisdizione, hanno eseguito una perquisizione domiciliare nei confronti di un soggetto noto alle forze dell'ordine di Ricadi. Ad insospettire i militari è stato un forte odore di cannabis che saturava l’aria. Incuriositi da questo fattore, ritenuto insolito per le circostanze di tempo e di luogo, i carabinieri hanno messo in atto un’accurata osservazione delle abitazioni della zona. È così che i militari dell'Arma hanno notato un’anomala infiorescenza verde che sporgeva dal solaio dall’abitazione di proprietà di Giacomo Stillitano, 51 anni, si San Nicolò di Ricadi. Sul tetto dell’abitazione sono state così rinvenute 6 piante di marijuana dell’altezza di 110 centimetri circa riposte in vasi di terracotta. Insieme a queste erano presenti anche 115 grammi di cannabis già essiccata e pronta allo smercio. Giacomo S.tillitano pertanto, è stato tratto in arresto in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio e per la coltivazione non autorizzata di cannabis indica. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari. Comparso dinanzi al gip del Tribunale di Vibo Valentia, Pia Sordetti, l'arresto del 51enne è stato convalidato e ha disposto l'obbligo di presentazione alla Stazione dei carabinieri di Spilinga per tre giorni a settimana. E' difeso dall'avvocato Francesco Arena. 

 

Lacnews24.it
X

In evidenza

Seguici su Facebook