Lavoro nero e violazioni sanitarie, attività sospesa per due locali di Serra San Bruno

Serrati controlli dei carabinieri, unitamente a Nas e Nil, nella città della Certosa. Elevate sanzioni per oltre 12mila euro 

Serrati controlli dei carabinieri, unitamente a Nas e Nil, nella città della Certosa. Elevate sanzioni per oltre 12mila euro 

Informazione pubblicitaria

Nell’ambito di serrati controlli del territorio, i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, unitamente ai colleghi del Nas di Catanzaro e del Nil di Vibo Valentia, hanno eseguito verifiche in alcuni ristoranti della città della Certosa. Tali servizi, svolti tutti nella serata di sabato, hanno portato alla sospensione dell’attività lavorativa in due casi. Nel primo, perché sono stati individuati due lavoratori in nero. Oltre alla sospensione dell’attività lavorativa e contestuale multa di 2000 euro, è stata comminata una sanzione di 7200 euro per l’impiego dei lavoratori irregolari. Nel secondo caso, invece, è stata elevata una sanzione di 1000 euro con contestuale sospensione dell’attività lavorativa subordinata al ripristino delle normali condizioni igienico sanitarie e strutturali. Di fatto, i militari del Nas di Catanzaro, hanno accertato varie inadempienze sia strutturali che igienico-sanitarie. Un altro controllo, sempre presso un esercizio adibito alla ristorazione a Serra San Bruno, ha portato alla sanzione di 2000 euro per la mancata applicazione del protocollo di autocontrollo alimentare. 

LEGGI ANCHE: Lavoro nero e violazioni sanitarie, attività sospesa per due locali di Serra San Bruno