Paravati, i giovani ripuliscono le aree verdi del paese

Tre volenterosi ragazzi all’opera per alcuni giorni hanno rimesso a nuovo gli spazi abbandonati in due piazze accanto alle scuole

Tre volenterosi ragazzi all’opera per alcuni giorni hanno rimesso a nuovo gli spazi abbandonati in due piazze accanto alle scuole

Informazione pubblicitaria
I tre ragazzi all'opera
Informazione pubblicitaria

Bella iniziativa di alcuni giovani di Paravati, i quali, senza attendere l’intervento del Comune, hanno pensato bene di rimboccarsi le maniche e di ripulire autonomamente e a proprie spese alcune zone nevralgiche della frazione miletese. Un gesto apprezzabile, che fa da contraltare a quello di tanti “lordazzi” seriali che, invece di attingere a un servizio di raccolta differenziata porta a porta funzionante, giornalmente preferiscono scaricare decine di buste di immondizia nei punti più svariati del territorio comunale, degradando l’ambiente e mettendo a rischio la salute dei propri conterranei. Oggetto dell’attenzione di Alex Dimasi, Antonio Bartone e Giuseppe Palmieri – questi i nomi dei tre volenterosi di Paravati artefici del significativo gesto – sono state in questo caso le piazze Caduti di Nassiriya e Sandro Pertini e le aree verdi attrezzate degli edifici che, in via Trieste, ospitano le locali scuole elementare e materna. “Armati” di carriola, ramazze, taglia erba e quant’altro, per diversi giorni i tre baldi giovani hanno dedicato il loro tempo libero ad una giusta causa, stanchi in particolare di attendere un servizio di spazzamento delle strade e delle aree urbane, da parte dell’azienda preposta dal Comune, a dir poco sporadico e del tutto insufficiente. Senza chiedere nulla e con un’unica soddisfazione: l’essere finalmente riusciti, con la loro iniziativa, a rendere in condizioni accettabili un frangente prezioso di centro urbano e alcuni spazi giornalmente utilizzati dai cittadini del domani.

Informazione pubblicitaria