Carattere

I giudici d’appello ribaltano la decisione del Tribunale di Vibo per uno degli imputati dell’operazione antidroga “Calimero”

Cronaca

Revocata dalla Corte d’Appello di Catanzaro la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno per un anno inflitta dal Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di Francesco Costa, 35 anni, di Nicotera. Per la Corte d’Appello, il Tribunale di Vibo ha sbagliato nel far rientrare Francesco Costa nella categoria dei soggetti socialmente pericolosi o dediti abitualmente a traffici illeciti. I giudici d’appello, in accoglimento di un ricorso dell’avvocato Francesco Capria, hanno così revocato il regime della sorveglianza speciale al quale era sottoposto Francesco Costa, condannato in appello nell'ottobre dello scorso anno a tre anni nell’operazione antidroga denominata “Calimero”. In particolare, unitamente ad Ezio Mercuri, 55 anni, anche lui di Nicotera, Francesco Costa è stato ritenuto responsabile di aver partecipato a diversi episodi di detenzione e cessione di sostanza stupefacente destinata alla successiva commercializzazione. 

LEGGI ANCHE: Droga: operazione “Calimero” a Vibo, sei condanne in Appello

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook