Ricadi: 43enne lascia il carcere per i domiciliari

A settembre aveva scatenato il panico a Tropea puntando una pistola contro i passanti

A settembre aveva scatenato il panico a Tropea puntando una pistola contro i passanti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Passa agli arresti domiciliari Sandro Schiariti, 43 anni, di Ricadi. Il gip del Tribunale di Vibo Valentia ha infatti accolto il ricorso degli avvocati Luigi La Scala e Giuseppe Di Renzo nell’interesse del 43enne, condannato a due anni di reclusione. Sconterà gli arresti domiciliari nell’abitazione della madre a Santa Domenica di Ricadi. Sandro Schiariti, pluripregiudicato con seri problemi di droga, era stato tratto in arresto a settembre dai carabinieri per detenzione di arma clandestina, minaccia aggravata, ricettazione, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e segnalato amministrativamente per l’uso di cocaina.

Informazione pubblicitaria

Proprio sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, il 14 settembre scorso ha seminato il panico a Tropea puntando una pistola contro i passanti. Inseguito dai carabinieri, era stato poi bloccato nel parcheggio dell’ospedale. Il gip, in accoglimento dell’istanza degli avvocati Di Renzo e La Scala, ha tenuto conto del fatto che il Sert di Tropea ha dichiarato la propria disponibilità a seguire Schiariti in un percorso di riabilitazione e cura.

LEGGI ANCHE: Terrore a Tropea, sotto effetto di cocaina punta pistola contro passanti: arrestato 42enne