Carattere

Messa in scena la rappresentazione teatrale “E’ mio dovere” alla presenza, tra gli altri, del comandante regionale dell’Arma Vincenzo Paticchio che ha ringraziato l’anonimo cittadino che ha lasciato una rosa su un auto di servizio

Cronaca

Anche la scuola “Don Bosco” di Vibo Valentia, all'indomani dei funerali del maresciallo Di Gennaro, ucciso nel Foggiano da un pregiudicato, omaggia il lavoro quotidiano dei carabinieri con una rappresentazione teatrale sulla legalità. Manifestazione giunta al termine del percorso didattico “È mio dovere” che ha portato gli alunni della scuola vibonese in scena di fronte ai massimi rappresentanti delle forze dell'ordine. Tra questi anche il Comandante regionale dell'Arma Vincenzo Paticchio. Si riparte dunque dai più piccoli. Sono state oltre 50 le conferenze nelle scuole tenute dall'arma dei carabinieri nella provincia di Vibo per parlare di diritti e doveri agli adulti di domani. Il comandante Paticchio ha poi ringraziato l’anonimo cittadino che ha omaggiato i carabinieri nei giorni scorsi lasciando una rosa rossa, accompagnata da un messaggio di solidarietà, sul parabrezza di una “gazzella” dei carabinieri. «E’ stato un gesto molto significativo e di sensibilità - ha detto il generale -. Più che all'anonimato preferisco legarlo al pudore. Pudore di chi ha voluto manifestare un grande sentimento senza manifestare se stesso. Quindi ringrazio questa persona sconosciuta sì, ma che rappresenta il sentimento di tanti altri italiani».

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook