Carattere

L’inchiesta della Procura scattata nel luglio dle 2011 per stroncare lo spaccio di stupefacenti a Pizzo Calabro

Cronaca

Il Tribunale monocratico di Vibo Valentia, presieduto dal giudice Brigida Cavasino, ha dichiarato il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di Francesco Sciarrone, 28 anni, di Pizzo Calabro, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana. Il giudice, in accoglimento di una richiesta dell’avvocato Francesco Rombolà, ha stralciato la posizione di Sciarrone da quella degli altri imputati del processo nato dall’operazione della Procura di Vibo denominata “Ragazzi in Erba” scattata nel luglio del 2011. Quindi, il non luogo a procedere poichè le contestazioni coprono un arco temporale già coperto dalla prescrizione. A Francesco Sciarrone venivano contestati 26 capi di imputazione relativi ad altrettanti episodi di cessione di marijuana.  

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook