Carattere

Per i giudici amministrativi la concessione è scaduta e ci si trova dinanzi ad un’occupazione abusiva di area demaniale marittima

Cronaca

Resta valida l’ingiunzione di sgombero emessa il 22 ottobre scorso dalla Capitaneria di Porto di Vibo Marina per occupazione abusiva di area demaniale marittima nei confronti dello stabilimento balneare “Beach for Fun”. La seconda sezione del Tar di Catanzaro ha infatti respinto - ritenendolo infondato - il ricorso di Samanta De Jager avverso l’ingiunzione di sgombero ed ha dato ragione alla Capitaneria di Porto ed al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, difesi in giudizio dall’Avvocatura dello Stato. La concessione demaniale marittima era stata rilasciata dalla Capitaneria il 22 novembre 2012 alla società Sam sas di Samanta De Jager & C. di Vibo Marina con validità dall’1 agosto 2010 fino al 31 dicembre 2015 per la realizzazione ed il mantenimento dello stabilimento balneare denominato “Beach for Fun” sito in via Vespucci a Vibo Marina. La Sam sas è stata però dichiarata fallita con sentenza del Tribunale di Vibo in data 19 novembre 2014. Il 28 marzo 2015, quindi, la curatela fallimentare ha inviato una missiva alla Capitaneria di Porto spiegando di non essere interessata al rinnovo della concessione demaniale. Il 19 maggio 2017 è poi pervenuta alla Capitaneria un’istanza del legale rappresentante della società “Sam sas”, cioè da Samantha De Jager, con la richiesta di rinnovo della concessione. Per i giudici amministrativi, però, è da ritenersi corretta la decisione della Capitaneria di non accogliere l’istanza in quanto in capo alla sig.ra Samantha De Jager vi è “carenza di legittimazione a presentare qualsivoglia richiesta” in quanto la società è stata dichiarata fallita e il curatore fallimentare ha espresso rinuncia al rinnovo della concessione. Per il Tar, quindi, l’occupazione abusiva “è da ritenersi configurata per effetto della scadenza della concessione”.

Da ricordare che nell’agosto dello scorso anno l’area demaniale dello stabilimento balneare “Beach for Fun” è stata sequestrata proprio in quanto scaduta da oltre due anni la concessione demaniale. Il provvedimento di sequestro, che porta la firma del gip del Tribunale di Vibo Valentia Graziamaria Monaco, è stato convalidato anche dal Tribunale del Riesame e vede indagato il custode del lido, Mino De Pinto (marito di Samantha De Jager) per il reato di occupazione abusiva di suolo demaniale.              LEGGI ANCHE: Lido Beach for Fun: sequestro a Vibo Marina

Ordinanza di chiusura per L’Ormeggio a Vibo Marina, si va davanti al Tar

Lavori abusivi a Vibo Marina, sequestrati diversi immobili

Vibo Marina, un taglio “punk” per gli alberi di corso Bianchi

Anniversario del bombardamento di Vibo Marina, Santoro: «Nella memoria le nostre radici»

Cemento selvaggio al Pennello di Vibo Marina: «Nessuno ci ha fermati» - Video

 

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook