‘Ndrangheta: operazione “Rimpiazzo” contro i Piscopisani, una scarcerazione

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha accolto il ricorso presentato dal difensore di uno degli indagati

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha accolto il ricorso presentato dal difensore di uno degli indagati

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, in accoglimento di un ricorso dell’avvocato Emanuele Papaleo, ha disposto l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere (che ritorna così libero senza alcuna misura) nei confronti di Mario Lo Iacono, 38 anni, di Vibo Marina, coinvolto nell’operazione “Rimpiazzo” contro il clan dei Piscopisani. In particolare, a Lo Iacono vengono contestati reati legati agli stupefacenti. L’ordinanza è stata vergata l’1 aprile scorso dal gip distrettuale di Catanzaro, Carmela Tedesco. E’ la prima pronuncia del Riesame sulle ordinanze di custodia cautelare dell’operazione “Rimpiazzo”. Ricordiamo che nei confronti di altri 8 indagati, la Dda di Catanzaro ha proposto appello proprio al Riesame per chiedere l’accoglimento di una misura cautelare. Complessivamente fra arrestati ed indagati a piede libero, l’operazione “Rimpiazzo” registra al momento il coinvolgimento di 54 persone.       LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta, clan dei Piscopisani: ecco tutti i 54 indagati dell’operazione “Rimpiazzo”

Informazione pubblicitaria

‘Ndrangheta: ecco i ruoli ed i gradi nel clan dei Piscopisani – Video

Narcotraffico: il pentito Moscato e la perdita dei soldi dopo un sequestro nel porto di Livorno

‘Ndrangheta: il pentito Moscato ed i legami del boss Razionale col Vaticano e la massoneria

Il clan dei Piscopisani e le bische clandestine da Vibo sino a Tropea

‘Ndrangheta: il pentito Moscato e la “bella vita” dei Piscopisani nelle carceri – Video

‘Ndrangheta: il clan dei Piscopisani ed il consenso sociale nel paese

‘Ndrangheta: il clan dei Piscopisani e l’evasione di Bruno Emanuele

‘Ndrangheta: il clan dei Piscopisani e la “talpa” nelle forze dell’ordine

Festini a luci rosse e cocaina a Vibo nel racconto del pentito Moscato

Il pentito Raffaele Moscato accusa talpe, politici e colletti bianchi – Video

‘Ndrangheta, l’«esordio criminale» dei giovani piscopisani nel 2008

‘Ndrangheta, Moscato: «I Piscopisani trattavano col nipote di Provenzano»

‘Ndrangheta: la cassaforte del clan dei Piscopisani nascosta nella cameretta di Rosario Fiorillo

Il narcotraffico del clan dei Piscopisani fra cocaina, hashish e marijuana