Mileto, demolizione e ricostruzione della scuola materna: c’è il bando

Al via l’iter per i lavori. La struttura che ospita la “Sorelline D’Onofrio”, costruita nel 1980, presenta criticità tali da precluderne la stabilità

Al via l’iter per i lavori. La struttura che ospita la “Sorelline D’Onofrio”, costruita nel 1980, presenta criticità tali da precluderne la stabilità

Informazione pubblicitaria
Un render del progetto
Informazione pubblicitaria

Procede a ritmo spedito il progetto teso a realizzare a Mileto, ex novo, la Scuola materna “Sorelline D’Onofrio” di località Piano di Bruno. Costruito nel 1980, l’edificio esistente presenta delle carenze strutturali tali da renderne necessaria la demolizione. Un dato che fa riflettere e che porta a nutrire seri dubbi sulla bontà dei precedenti lavori di elevazione dell’opera, ma tant’è. È dei giorni scorsi, in ogni caso, la pubblicazione del bando che dà il via alla realizzazione in tempi brevi del nuovo edificio di proprietà del Comune. Una buona notizia per i genitori degli alunni che annualmente frequentano tale istituto. Su progetto redatto dalla società ingegneristica “Dynamica 3”, composta da un pool di professionisti del luogo, l’intervento prevede la demolizione e la successiva ricostruzione della scuola materna, per un costo complessivo di circa 400mila euro finanziati dalla Regione Calabria. Il tutto, a seguito della valutazione della vulnerabilità sismica dell’edificio attuale, in base alla quale «sono emerse notevoli e intense criticità strutturali, diffuse su tutta la struttura sia di fondazione sia di copertura, le quali precludono la stabilità dell’edificio anche in assenza di sisma». 

Informazione pubblicitaria

Il nuovo fabbricato sarà realizzato mantenendo la medesima volumetria e nella stessa posizione attuale, ma in modo tale da soddisfare le moderne esigenze in termini di stabilità, sicurezza e abitabilità. Al fine di ridurre il più possibile gli effetti inerziali dell’azione sismica, a parità d’altre condizioni, e, nel contempo, di preservare le esigenze architettoniche e funzionali dell’edificio scolastico, il progetto prevede 7 distinti corpi di fabbrica, separati tra loro da oppositi giunti tecnici. La superfice coperta sarà di 356 metri quadri, quella totale interna ed esterna di 1.800 metri quadri. Una volta espletate le procedure di gara da parte della Provincia di Vibo Valentia, in base ai tempi tecnici i lavori di demolizione e ricostruzione della Scuola per l’infanzia “Sorelline D’Onofrio” potrebbero iniziare già nel prossimo mese di settembre. Facendo gli scongiuri e salvo intoppi, che da queste parti sono sempre di casa.