Droga: Cassazione conferma condanna per giovane di Tropea

Era stato arrestato nel luglio del 2013 dai carabinieri poiché trovato in possesso di cocaina divisa in 27 dosi

Era stato arrestato nel luglio del 2013 dai carabinieri poiché trovato in possesso di cocaina divisa in 27 dosi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Passa in giudicato la sentenza con la quale la Corte d’Appello di Catanzaro il 4 aprile dello scorso anno ha condannato Antonio Lo Scalzo, 28 anni, di Tropea, alla pena di un anno e duemila euro di multa per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La Cassazione ha infatti dichiarato inammissibile il ricorso di Lo Scalzo che è stato quindi ritenuto responsabile della detenzione ai fini di spaccio di 9,50 grammi di cocaina frazionata in 27 dosi. In particolare, il 12 luglio 2013 Lo Scalzo era stato fermato ed arrestato da una pattuglia del Nucleo Operativo dei carabinieri in una stradina interpoderale fra Tropea e Santa Domenica di Ricadi. Per la Suprema Corte non vi sono dubbi sulla finalità di spaccio della sostanza stupefacente rinvenuta ed il ricorrente Lo Scalzo è stato condannato anche al pagamento delle spese processuali e della somma di tremila euro in favore della Cassa della ammende. 

Informazione pubblicitaria