mercoledì,Aprile 21 2021

Ennesima brutalità sugli animali, cane bruciato ritrovato nei pressi di Zungri

L’episodio denunciato dalle volontarie dell’Enpa Pizzo che pubblicano le foto della carcassa su Facebook: «Siamo stanche dei silenzi e dell’omertà»

Ennesima brutalità sugli animali, cane bruciato ritrovato nei pressi di Zungri

Ancora un caso di violenza gratuita ai danni di un animale nel Vibonese. A segnalarlo è l’Enpa di Pizzo che, sulla propria pagina Facebook, ha reso noto il crudele destino toccato in sorte ad un cane la cui carcassa è stata rinvenuta carbonizzata per strada nel pressi del bivio Zungri-Zaccanopoli lungo la provinciale n. 85. «Arriva questa segnalazione alla mail dell’associazione – scrivono le volontarie -. Ci rechiamo sul posto, la carcassa non c’era già più, ma diverse macchie nere sull’asfalto, come se l’animale fosse stato cosparso di benzina e dato alle fiamme da vivo. Diverse chiazze, diversi schizzi sull’asfalto. Nessuna traccia della carcassa, abbiamo cercato lì intorno nelle campagne, ma nulla. Siamo stanche di tutto questo – aggiungono -, di questa malvagità inaudita, dell’ignoranza, dei silenzi. È assurdo, ogni qual volta accadono cose simili, farla passare liscia ad un assassino che una bella sera estiva decide di mettere fine ad una vita la cui unica colpa è quella di essere nata in un territorio ostile, dove le istituzioni latitano e tutto è sulle spalle dei poveri volontari che non hanno più una vita».

top