Commercio in agonia a Vibo, gli esercenti incontrano l’assessore Pacienza

Individuate le problematiche, si punta ad approntare le soluzioni: dai centri storici morenti ai fitti alle stelle, passando per la pressione fiscale. A giorni incontro tra tutte le categorie e l’amministrazione comunale

Individuate le problematiche, si punta ad approntare le soluzioni: dai centri storici morenti ai fitti alle stelle, passando per la pressione fiscale. A giorni incontro tra tutte le categorie e l’amministrazione comunale

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

L’agonia dei centri storici, un tempo cuore pulsante delle attività ed oggi soppiantati dai centri commerciali, ed altre piccole e grandi problematiche sono state al centro del confronto tra la Confcommercio di Vibo Valentia e l’assessore al ramo Gaetano Pacienza. Il direttore dell’associazione, Giovanni Ferrarelli, ha evidenziato da subito il nodo principale, ovvero la necessità, come detto, di rivitalizzare i centri storici per rivitalizzare il comparto e di conseguenza tutta la città, offrendo opportunità di ripresa economica. 

Informazione pubblicitaria

L’incontro ha dato la possibilità agli imprenditori presenti di esprimere problemi e suggerire proposte: dalla pressione fiscale ai canoni locativi esageratamente alti, dall’acqua non potabile e carente al centro storico deserto, al turismo in-coming organizzando delle visite guidate per i numerosi turisti ospiti dei nostri centri e tanto altro. L’assessore ha spiegato che sta organizzando un incontro con tutti i rappresentanti delle attività produttive, alla presenza del sindaco, per un confronto tra associazioni di categorie e assessorato per ascoltare i problemi e le proposte e trovare, insieme, soluzioni alle numerose criticità del settore.