Carattere

Particolarmente critica la situazione a Vena Media e Triparni. Ma non se la passano meglio neppure altre zone del territorio comunale. L’appello alle istituzioni

Cronaca

Disagi su disagi in alcune zone di Vibo Valentia e in diverse frazioni della città capoluogo a causa della mancanza di acqua. Una situazione insostenibile che sta creando seri problemi a numerosi cittadini costretti a convivere con l’assenza di acqua nelle rispettive abitazioni e a non sapere più a chi rivolgersi. Particolarmente critica la situazione nella frazione di Vena Media dove da venti giorni i rubinetti sono all’asciutto, nonostante i ripetuti reclami agli appositi uffici del Comune di Vibo Valentia. E non se la passano meglio i cittadini di Vena Inferiore, di alcune zone di Vena Superiore (anche lungo la Statale 18 con diverse attività commerciali messe quasi in "ginocchio") e di Triparni, anche loro alle prese con la penuria di acqua che gli impedisce persino di potersi lavare. Una situazione che peggiora ogni giorno di più e numerose sono le segnalazioni che arrivano alla nostra redazione.

Gente che lavora dalla mattina alla sera in condizioni disumane, senza neppure l’acqua per andare in bagno. C’è rabbia ed esasperazione – ci fa sapere da Vena Media Giuseppe Ruggiero – e il disappunto cresce fra la popolazione con tensioni continue”. Le ultime si sono registrate nella tarda serata di ieri con la scoperta, fra l'altro, di fuoriuscite di acqua dal manto stradale e saracinesche chiuse vicino ad alcune abitazioni rimaste così all’asciutto. “Siamo di sera ma la temperatura, nonostante ciò, supera i 30 gradi e nel momento più bello dell’estate ci si ritrova – ci confidano alcuni cittadini - a farsi un bidet con un bidone di dieci litri”. L’appello è quindi rivolto al sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo, a farsi carico dei disagi che stanno vivendo i cittadini di tali frazioni ed a trovare al più presto una soluzione prima che monti ulteriormente la rabbia. “E’ inaccettabile ciò a cui stiamo assistendo da un paio di giorni – ci confida Giuseppe Bagnato che abita alle porte di Triparni – con la mancanza totale di acqua nelle nostre abitazioni”. I cittadini si rivolgono quindi a tutte le istituzioni per avere risposte in tempi brevi e almeno parzialmente risolutive del disagio che stanno vivendo. “Altrimenti – promettono diversi cittadini – in meno di 48 ore la protesta e la mobilitazione si sposterà altrove”. E non si escludono, a questo punto, manifestazioni eclatanti.   In foto in basso: cittadini esasperati in strada ieri a Vena Media per protestare contro la mancanza di acqua   LEGGI ANCHE: Acqua, il Comune di Vibo deve a Sorical un milione e mezzo di euro

 

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook