Armi, munizioni ed esplosivo rinvenuti a Cessaniti – Video

I carabinieri hanno fatto la scoperta al termine di un rastrellamento di una vasta zona

I carabinieri hanno fatto la scoperta al termine di un rastrellamento di una vasta zona

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia e della Stazione di Cessaniti, supportati dallo Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, durante un rastrellamento delle aree rurali di Cessaniti, hanno proceduto ad un’accurata ispezione di un casolare abbondonato in località Bianco della frazione Pannaconi ritrovando armi, munizioni ed ordigni esplosivi fatti poi brillare dai carabinieri artificieri di Catanzaro. In particolare è stato ritrovato un fucile a pompa calibro 12 con matricola abrasa; una pistola semi automatica calibro 9 con due caricatori; 42 cartucce a pallettoni calibro 12; 100 cartucce calibro 38; 100 cartucce calibro 9×21; 27 cartucce cal 9×17; 44 cartucce cal. 357 magnum; due cartucce calibro 7.65; due bombe carta e due passamontagna. Le armi si presentavano in perfetto stato di conservazione e, come spiegato dal comandante del Norm di Vibo Luca Domizi, verrano inviate al Ris di Messina per gli opportuni esami e quindi per capire se siano state utilizzate in episodi delittuosi. Sull’importante scoperta si sono soffermati nel corso di una conferenza stampa anche il comandante dei carabinieri della Compagnia di Vibo, Gianfranco Pino, il nuovo comandante della Stazione di Cessaniti Raffaele Dati e Dario Cocchioni del Nucleo Eliportato. In totale sono stati impiegati tremta militari dell’Arma ed è stata anche recuperata una Fiat Panda rubata nel mese di gennaio a Rombiolo e restituita ora al legittimo proprietario. 

Informazione pubblicitaria