mercoledì,Maggio 22 2024

Furti al Comune di Pizzo, nelle scuole e in appartamenti: Pititto rassicura la comunità

Il sindaco si è detto fiducioso nel lavoro delle forze dell'ordine ed ha precisato che l'amministrazione si sta spendendo per incidere maggiormente nell'azione di contrasto alla criminalità

Furti al Comune di Pizzo, nelle scuole e in appartamenti: Pititto rassicura la comunità
Il sindaco Sergio Pititto
Comune di Pizzo

“Non dobbiamo cedere alla paura e pensare di vivere in una città insicura”. Così il sindaco di Pizzo, Sergio Pititto, in ordine agli ultimi episodi di criminalità avvenuti nei giorni scorsi nella città costiera all’interno del Comune, della scuola media statale “Anile” e in qualche appartamento disabitato. “I cittadini seguano il decalogo delle Forze dell’Ordine, già in campo per contrastare il fenomeno che qualche balordo ha messo in atto ai danni della comunità – ha proseguito Sergio Pititto – sono in continuo contatto con i militari del posto e li ringrazio pubblicamente per il lavoro che stanno svolgendo. Conosco la professionalità che li denota e sono estremamente fiducioso che a stretto giro assicureranno gli autori dei furti alla giustizia”. [Continua in basso]

Il distributore scassinato
Foto di repertorio

Nel mirino dei malviventi sono questa volta finiti i distributori di bevande e merendine, collocati all’interno del Municipio e della scuola secondaria di primo grado. Un “colpo” che ha fruttato pochi spiccioli e che ha portato al danneggiamento delle macchinette, una porta con apertura antipanico, oltre all’ingiusto turbamento dello stato d’animo della comunità. Qualche giorno fa, invece, ignoti si sono introdotti in alcune abitazioni disabitate alla ricerca di beni e, proprio a seguito dei suddetti episodi, nel centro di Pizzo si erano intensificati i controlli da parte delle Forze dell’Ordine, che continuano a sorvegliare il territorio comunale h24.

Una immagine di Pizzo

“Chiaramente non siamo rimasti a guardare quanto è successo – ha specificato il sindaco – ci stiamo spendendo per incidere maggiormente con l’azione di contrasto alla criminalità – ha aggiunto – attivando ancora più risorse per le telecamere, che saranno anche “mobili”, in modo tale da poterle spostare e sistemare all’occorrenza e in concerto con i militari, nei punti più strategici. Invito la comunità ad avere fiducia nelle Forze dell’Ordine e nell’amministrazione comunale – ha concluso Pititto – dobbiamo essere tutti uniti e fiduciosi, certi che qualsiasi contributo possa essere un valore aggiunto per gli inquirenti”. Da qui il messaggio del sindaco: “Il dialogo è importante, motivo per cui spero che i cittadini in possesso, eventualmente, di qualche informazione sui fatti verificatisi a Pizzo, si rechino in Caserma a collaborare per le indagini o da me, anche per un dialogo oltremodo discreto”. Tuteliamo la nostra città, ha concluso il primo cittadino.

LEGGI ANCHE: Intervista al sindaco di Pizzo a sei mesi dall’insediamento. Ecco quanto realizzato, i progetti e le criticità

Comune di Pizzo, raccolta di abeti natalizi per creare un’area verde

Pizzo e ambiente, ok al progetto esecutivo per i lavori al depuratore: ora il bando

Articoli correlati

top