lunedì,Giugno 24 2024

Pittelli lascia definitivamente gli arresti domiciliari, decisione del Tribunale di Reggio

Accolto l’appello dei difensori nell’ambito del procedimento “Mala Pigna”. Resta l’obbligo di dimora per Rinascita Scott

Pittelli lascia definitivamente gli arresti domiciliari, decisione del Tribunale di Reggio
Giancarlo Pittelli

Lascia definitivamente gli arresti domiciliari, l’avvocato ed ex parlamentare di Forza Italia, Giancarlo Pittelli. La decisione è del Tribunale di Reggio Calabria in accoglimento dell’appello proposto dagli avvocati Guido Contestabile, Salvatore Staiano, Giandomenico Caiazza avverso il precedente rigetto ad opera del Tribunale di Palmi nell’ambito del procedimento denominato “Mala Pigna” della Dda reggina. Per Pittelli la misura coercitiva degli arresti domiciliari è stata sostituita con il divieto di esercitare la professione di avvocato per dodici mesi. Il 19 dicembre scorso gli arresti domiciliari nell’ambito del processo Rinascita Scott erano invece stati sostituiti per Pittelli con l’obbligo di dimora da parte del Tribunale collegiale di Vibo Valentia, sempre in accoglimento di un’istanza degli avvocati Guido Contestabile, Salvatore Staiano, Giandomenico Caiazza. Giancarlo Pittelli in Rinascita Scott è imputato per i reati di concorso esterno in associazione mafiosa, abuso d’ufficio e rivelazione di segreti d’ufficio.

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott, il nuovo pentito Mangone e le “confidenze” di Ferrante su Pittelli: «Perno della famiglia Mancuso»

Rinascita Scott, il pentito Femia, Pittelli e il boss Mancuso: «Ho dato 50mila euro per corrompere un giudice»

Rinascita Scott: un giudice si astiene in appello, ma le difese sollevano l’incompatibilità pure per altri due togati

Articoli correlati

top