Bruciata una trivella utilizzata per i lavori di costruzione di una chiesa a Pizzo

Indagano i carabinieri della locale Stazione per quella che appare come l’ennesima intimidazione ai danni della Cooper Poro

Indagano i carabinieri della locale Stazione per quella che appare come l’ennesima intimidazione ai danni della Cooper Poro

Informazione pubblicitaria

Indagini sono in corso da parte dei carabinieri della Stazione di Pizzo Calabro sull’incendio che nella notte fra lunedì e martedì ha danneggiato una trivella utilizzata dalla ditta Cooper Poro di Rombiolo per la realizzazione della chiesa “Risurrezione di Gesù” in via nazionale. I lavori – per un importo di circa quattro milioni di euro – sono finanziati dalla Conferenza episcopale italiana che punta a  realizzare la chiesa alcune opere complementari. Sul posto per spegnere le fiamme si sono portati i vigili del fuoco, avvertiti da un passante che ha notato il fumo e l’incendio. Sul posto i carabinieri non hanno trovato tracce di liquido infiammabile ma la natura dolosa del rogo appare ugualmente quasi certa. I danni alla trivella – presa a olo dall’impresa – ammontano ad almeno 50mila euro. Il cantiere era chiuso per ferie e i lavori dovrebbero riprendere il 26 agosto prossimo. Quindici gli operai impegnati nella costruzione della chiesa. Antonio Pata, fra gli amministratori e fondatori dell’impresa di Rombiolo, chiede quindi alle istituzioni preposte di “proteggere la ditta per fare in modo che i lavori possano proseguire in tranquillità al fine di onorare il contratto sottoscritto per la realizzazione della chiesa. Speriamo le istituzioni ci diano una mano – conclude Pata – sorvegliando il cantiere perchè non è purtroppo la prima volta che come impresa veniamo presi di mira, addirittura a Vibo in pieno giorno con alcuni spari rivolti contro gli operai impegnati in un cantiere”. 

LEGGI ANCHE: Colpi di pistola contro l’isola ecologica a Mileto, dal Comune solidarietà alla Cooper Poro

Escalation di intimidazioni nel Vibonese, due nuovi “messaggi” recapitati alla Cooper Poro a Mileto

Intimidazioni alla Cooper Poro, il socio: «Invidio chi ha lasciato questa terra»

Proiettili a Mileto nel cantiere della ditta Cooper Poro

Bottiglia con benzina a Paravati per la Cooper Poro

Intimidazione al vice presidente della Cooper Poro di Rombiolo