Scuola, tra boom di iscrizioni e nuovi corsi: viaggio negli istituti superiori – Video

Le vacanze sono ormai agli sgoccioli e noi siamo stati in alcune delle più grandi scuole di Vibo Valentia per capire l’andamento delle iscrizioni e le novità formative

Le vacanze sono ormai agli sgoccioli e noi siamo stati in alcune delle più grandi scuole di Vibo Valentia per capire l’andamento delle iscrizioni e le novità formative

Informazione pubblicitaria

Le campanelle delle scuole vibonesi sono pronte a suonare. Secondo il calendario scolastico 2019-2020, infatti, in Calabria le scuole riapriranno i battenti tra poco più di due settimane, il 16 settembre. Come si saranno orientati gli studenti quest’anno? Tra i vari istituti superiori che la città di Vibo offre, quali sono stati i più scelti? Siamo stati in diverse sedi scolastiche per capire l’andamento delle iscrizioni.

Al liceo “Capialbi”, con i 70 studenti in più rispetto all’anno scorso si è arrivati ormai a quota 1500 alunni. Il più scelto è l’indirizzo linguistico con ben cinque corsi, poi scienze umane, l’economico-sociale e quindi il musicale-coreutico. Il dirigente scolastico, Antonello Scalamandrè, quasi spera che la crescita delle iscrizioni si arresti, dato che ogni anno è un vero e proprio problema trovare gli spazi per allocare le classi.

Trend positivo anche all’istituto professionale “De Filippis – Prestia”, che offre, tra gli altri, i corsi di odontotecnico e ottico. Anche qui qualche problema con gli spazi, soprattutto per quanto riguarda l’Ipsia che vede la sua sede storica in ristrutturazione ormai da anni. Ma quest’anno i lavori dovrebbero essere in dirittura d’arrivo, finalmente, spiega il dirigente uscente Pietro Gentile

Le cose vanno decisamente bene anche per il liceo scientifico “Berto”, che quest’anno ha addirittura quattro classi in più, giungendo così alla cifra di circa 1300 alunni. In rialzo le iscrizioni di tutti e tre gli indirizzi: tradizionale, scienze applicate e sportivo. La dirigente, Caterina Calabrese, tiene a sottolineare i tanti punti di forza della scuola, tra laboratori e curvatura biomedica, e annuncia anche qualche progetto per il futuro: un indirizzo aereospaziale e uno quadriennale.

Iscrizioni in aumento pure per l’istituto alberghiero “Gagliardi”, anche per quanto riguarda l’indirizzo agrario che quest’anno apre persino un nuovo corso. Secondo il dirigente, Pasquale Barbuto, una scelta quella degli studenti proiettata sul futuro e sul mondo del lavoro: viste le tante opportunità che il nostro territorio offre dal punto di vista enogastronomico, gli alunni di questo istituto hanno la possibilità di lavorare nella stagione estiva ed inoltre molti degli studenti in uscita hanno già trovato occupazione. 

Situazione positiva, infine, anche per il liceo classico “Morelli”: mantenuto il numero di classi e due nuovi indirizzi al via: il quadriennale ed il biomedico. Quest’ultimo in particolare è il vanto del Morelli, come spiega il dirigente Raffaele Suppa: approfondimenti nelle materie scientifiche fin dal primo anno e attività extra-curriculari anche con l’apporto dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri provinciale. 

Tutto pronto insomma per il nuovo anno scolastico; gli iscritti a quanto pare sono sempre di più e questo non può che farci ben sperare per il futuro, culturale e professionale, della provincia.