Grosso masso si stacca dal costone, paura a Pizzo

I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza l’intera scarpata situata a ridosso di piazza della Repubblica. Il sindaco Callipo: «Un errore aver tagliato gli alberi»

I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza l’intera scarpata situata a ridosso di piazza della Repubblica. Il sindaco Callipo: «Un errore aver tagliato gli alberi»

Informazione pubblicitaria
L'intervento dei Vigili del fuoco a Pizzo
Informazione pubblicitaria

Alle prime ore di oggi un masso di notevoli dimensioni (foto in basso) è caduto dalla scarpata che costeggia via Marcello Salomone, a Pizzo, all’altezza della scalinata di piazza della Repubblica. I Vigili del Comando di Vibo Valentia con il nucleo Saf, coordinati dal funzionario Domenico Ferito e dal capo reparto Giovannino Vescio, hanno provveduto alla messa in sicurezza dell’area per consentire la riapertura al transito dell’importante arteria che collega Pizzo con la Marina e con Vibo Marina. 

Informazione pubblicitaria

In particolare, si è provveduto alla rimozione di alcuni massi in imminente pericolo di caduta. Nell’occasione si è operato con tecniche di derivazione speleo-alpino-fluviali, attraverso una calata dalla piazzetta della chiesa della Madonna delle Grazie. 

Sull’episodio si è espresso anche il sindaco di Pizzo, Gianluca Callipo, il quale su Facebook ha commentato: «Dopo che qualche “mente acuta” negli anni passati ha fatto tagliare gli alberi che si trovavano sotto il costone di via delle Grazie, oggi questo è quello che può succedere quando piove molto. In ogni caso la nostra Amministrazione già da qualche tempo sta programmando la messa in sicurezza definitiva di tutto il costone (attualmente R4) e la realizzazione di un percorso pedonale. Questi progetti purtroppo richiedono sempre tempi molto lunghi ma noi abbiamo avviato e stiamo portando avanti il lavoro necessario per ottenere i finanziamenti. Infatti recentemente il progetto preliminare è stato approvato e finanziato dal governo nazionale, anche se dovrà passare per il tramite della Regione Calabria, ma passerà ancora questo inverno fin quando potrà concretamente realizzarsi».