martedì,Giugno 25 2024

Pizzo, ordinanza di sgombero di un’area demaniale marittima

Dopo i controlli effettuati dall'ufficio locale di Guardia Costiera, in località Marinella sono scattati i provvedimenti necessari per occupazione abusiva di suolo demaniale

Pizzo, ordinanza di sgombero di un’area demaniale marittima
Pizzo vista dall'alto

L’ingiunzione fatta al proprietario della società “Surprise srl” di Pizzo arriva dal Comune di Pizzo a seguito di un accertamento effettuato sul litorale napitino il 19 agosto dalla Guardia Costiera. In località Marinella sono stati rinvenuti 41 ombrelloni regolarmente aperti, 73 lettini da spiaggia, 32 sdraio, 3 tavolini ed altrettante sedie di plastica «configurando – si legge nell’ordinanza – occupazione di suolo demaniale marittimo senza la previa acquisizione del necessario titolo di legittimazione». Inoltre «a seguito degli accertamenti eseguiti presso gli uffici tecnici della civica amministrazione di Pizzo è emerso che il soggetto interessato, pur avendo regolarmente aderito al bando regionale per l’affidamento di area demaniale marittima per il periodo 1 giugno – 30 settembre e corrisposto i dovuti pagamenti, all’attualità non era in possesso di alcun titolo concessorio». E’ dunque scattata l’ingiunzione per il ripristino dello stato dei luoghi relativo all’occupazione di suolo demaniale «entro due giorni dalla notifica dell’ordinanza, con l’avvertenza che, in difetto, l’amministrazione comunale provvederà d’ufficio e a spese dell’interessato, secondo le modalità prevista dal Codice della navigazione». Contro l’ordinanza è ammesso il ricorso al Tar entro 60 giorni.

LEGGI ANCHE: Anche il Comune di Pizzo si fa “smart” e lavora ad un’App

Maestrale: domiciliari per medico, dipendente Inps di Vibo e i titolari di una società di navigazione

top