Incidente domestico a San Calogero, la bimba perde l’occhio

Nonostante gli sforzi del personale medico dell'ospedale "Bambin Gesù" di Roma il bulbo oculare era troppo lesionato. Al suo posto innestata una protesi 

Nonostante gli sforzi del personale medico dell'ospedale "Bambin Gesù" di Roma il bulbo oculare era troppo lesionato. Al suo posto innestata una protesi 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Purtroppo i sanitari del “Bambin Gesù” di Roma non sono riusciti a salvare l’occhio della bambina di due anni precipitata, venerdì pomeriggio, dal balcone di casa, a San Calogero. La piccola è finita su una pianta ed è rimasta ferita da una scheggia che le si è conficcata nel bulbo oculare. La notizia ha suscitato apprensione perché nell’immediatezza dell’incidente si è prontamente attivata la catena dei soccorsi. La bimba è stata portata dapprima allo “Jazzolino” di Vibo Valentia e da qui al “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro.

Informazione pubblicitaria

Bambina cade da balcone: trasferita d’urgenza a Roma

Quindi, dovendo essere sottoposta ad un intervento chirurgico delicatissimo per il quale entrambe le strutture sanitarie calabresi non sono attrezzate, è stata interessata la prefettura di Catanzaro che ha richiesto l’intervento di un Falcon 900 dell’Aeronautica militare con il quale la piccola è stata trasferita al “Bambin Gesù”, nella Capitale.

Qui la scheggia le è stata rimossa ma l’occhio è andato perduto e al suo posto è stata innestata una protesi. Fortunatamente non ha riportato alcuna lesione del cranio.