domenica,Febbraio 25 2024

Operazione Maestrale: ritorna in libertà Gregorio Coscarella

Il gip distrettuale dopo la pronuncia del Tribunale del Riesame dichiara la perdita di efficacia della misura cautelare

Operazione Maestrale: ritorna in libertà Gregorio Coscarella

Lascia gli arresti domiciliari Gregorio Coscarella, 40 anni, di San Gregorio d’Ippona, nipote del defunto boss Rosario Fiarè. A revocare la misura cautelare nell’ambito dell’inchiesta Maestrale-Carthago è il gip distrettuale di Catanzaro, Sara Merlini, che ha dichiarato la perdita di efficacia della misura in quanto Coscarella si trovava detenuto per reati per i quali il Tribunale del Riesame, nel disporre nel giugno scorso i domiciliari in luogo del carcere, aveva escluso l’aggravante mafiosa. Trattandosi di delitti per i quali è decorso il termine di fase, ecco che il gip – in pieno accoglimento delle argomentazioni difensive avanzate dagli avvocati Francesco Muzzopappa e Cosimo Tripodi – ha dichiarato la perdita di efficacia della misura cautelare nei confronti di Gregorio Coscarella. Lo stesso, pertanto, si difenderà a piede libero nell’inchiesta – già giunta alla conclusione delle indagini preliminari – che lo vede indagato per il reato di associazione mafiosa – ed in particolare di essere un partecipe attivo della ‘ndrina dei Fiarè – operando nel settore imprenditoriale della somministrazione del servizio mensa nelle strutture ospedaliere del vibonese. Nei confronti di Coscarella vengono poi ipotizzati reati di corruzione e scambio elettorale politico mafioso in concorso con Domenico Colloca (imprenditore ed ex assessore a Mileto), Clemente Mazzeo di Mileto e l’ex dirigente dell’Asp di Vibo Cesare Pasqua in occasione delle elezioni regionali del gennaio 2020 nelle quali era candidato Vincenzo Pasqua (figlio di Cesare). In un caso per Coscarella e Colloca viene ipotizzato anche il reato di truffa in ordine alla somministrazione dei pasti negli ospedali.

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott: richieste di condanna in Assise per cinque omicidi e un sequestro di persona

“Maestrale”: l’asse Catanzaro-Napoli e le indagini sul Ministero del Lavoro e il leader della Cisal

Rinascita Scott: sentenza della Corte d’Appello per i clan del Vibonese, ecco le condanne

Corruzione: chiesto il processo per il vibonese Franco Cavallaro, segretario del sindacato Cisal

Le cene di Vito Pitaro con boss e politici del Vibonese agli atti dell’inchiesta Maestrale

top