mercoledì,Luglio 24 2024

Nuova aggressione nel Vibonese al personale sanitario del 118

L'autore dell'episodio di violenza è un 36enne di Mileto. I sanitari aggrediti hanno prontamente allertato le forze dell'ordine

Nuova aggressione nel Vibonese al personale sanitario del 118

Nuova aggressione ai danni di personale sanitario del 118 a Vibo Valentia. Dopo i fatti di Soriano Calabro del 5 gennaio scorso, quando ad avere la peggio fu l’infermiere e sindaco di Pizzoni, Enzo Caruso, colpito da un pugno dopo essere andato in aiuto della dottoressa di servizio nella postazione di Guardia medica, questa volta oggetto di aggressione verbale e fisica è stato l’equipaggio di un’ambulanza in servizio a Vibo Valentia.  Intervenuti dopo una chiamata alla centrale operativa nella notte tra venerdì e sabato scorsi, i sanitari si sono diretti in vico Cerasarella, nel cuore del centro storico di Vibo, per soccorrere un 36enne di Mileto, in stato di ebbrezza alcolica, alla presenza delle forze dell’ordine. L’aggressione, secondo quanto riferito dal personale in servizio, si è consumata durante il trasporto verso l’ospedale Jazzolino quando il giovane ha inveito violentemente e in modo volgare contro i sanitari. Lo stato di agitazione è proseguito anche all’arrivo nel presidio ospedaliero quando il 36enne ha addirittura alzato le mani contro i suoi soccorritori che hanno cercato di evitare conseguenze più gravi per loro affidandolo ai colleghi del reparto di emergenza-urgenza. È stato lo stesso equipaggio del 118 ad allertare le forze dell’ordine esponendo l’accaduto. «È veramente vergognoso l’atteggiamento di questi soggetti – il commento di uno dei sanitari coinvolti – che, invece di divertirsi, aggrediscono chi va loro incontro per aiutarli».

LEGGI ANCHE: Vibo, vertice in Prefettura: sicurezza e maggiori controlli nelle strutture ospedaliere e sanitarie

Soriano, dottoressa e infermieri aggrediti nella Guardia medica

Botte alla Guardia medica di Soriano, il sindaco di Pizzoni aggredito: «Sono sconvolto»

Aggressioni a Soriano, gravi le condizioni del ferito, i carabinieri indagano per lesioni

top