Rombiolo e l’Inps di Vibo in lutto, addio a Michele Ferraro

L’ex vicensindaco del centro del Poro e funzionario dell’istituto di previdenza è deceduto a Roma all'età di 48 anni in conseguenza di un male che l’aveva colpito 5 mesi fa

L’ex vicensindaco del centro del Poro e funzionario dell’istituto di previdenza è deceduto a Roma all'età di 48 anni in conseguenza di un male che l’aveva colpito 5 mesi fa

Informazione pubblicitaria

Un grave lutto ha colpito la comunità di Rombiolo e la sede Inps di Vibo Valentia. E’ venuto a mancare infatti, dopo un male che l’aveva colpito 5 mesi fa e le cui conseguenze lo hanno portato infine al decesso nella giornata di ieri, Michele Ferraro, 48 anni, già vicesindaco del centro del Poro e funzionario dell’Istituto di previdenza sociale vibonese. Personalità molto nota e rispettata sia in ambito politico che professionale, aveva ricoperto l’incarico di amministratore, nella Giunta del sindaco Mario Ferraro, dal 2004 al 2009. Successore naturale del suo omonimo primo cittadino, aveva poi optato per la carriera professionale, proseguendo tuttavia il suo impegno politico nelle fila del centrosinistra e, nello specifico, del Pd in cui ha a lungo militato. A causa della malattia, era stato trasferito d’urgenza a Roma per essere sottoposto alle cure del caso e a ben due trapianti ma, purtroppo, le terapie non hanno sortito l’effetto sperato e il decesso è sopraggiunto al Policlinico Umberto I dove si trovava ricoverato. Nel suo passato un dramma lo aveva fortemente segnato quando, a distanza di un mese dalle nozze, aveva perso la moglie in un incidente stradale. Si attende ora la restituzione della salma ai familiari per stabilire la data dei funerali.    

Informazione pubblicitaria