sabato,Maggio 18 2024

Operazione Maestrale: Riesame annulla per Gregorio Coscarella

Nipote del defunto boss di San Gregorio d’Ippona Rosario Fiarè, si trova a giudizio dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo

Operazione Maestrale: Riesame annulla per Gregorio Coscarella

Misura cautelare annullata per Gregorio Coscarella, 41 anni, di San Gregorio d’Ippona, nipote del defunto boss Rosario Fiarè, coinvolto nell’operazione Maestrale-Carthago. Ad annullare la misura cautelare è stato il Tribunale del Riesame dopo un precedente annullamento con rinvio ad opera della Cassazione. Coscarella è imputato nell’operazione antimafia Maestrale-Carthago per il reato di associazione mafiosa – ed in particolare di essere un partecipe attivo della ‘ndrina dei Fiarè – operando nel settore imprenditoriale della somministrazione del servizio mensa nelle strutture ospedaliere del vibonese. Nei confronti di Coscarella vengono poi ipotizzati reati di corruzione e scambio elettorale politico mafioso in concorso con Domenico Colloca (imprenditore ed ex assessore a Mileto), Clemente Mazzeo di Mileto e l’ex dirigente dell’Asp di Vibo Cesare Pasqua in occasione delle elezioni regionali del gennaio 2020 nelle quali era candidato Vincenzo Pasqua (figlio di Cesare). In un caso per Coscarella e Colloca viene ipotizzato anche il reato di truffa in ordine alla somministrazione dei pasti negli ospedali. Soddisfazione per l’esito della decisione del Riesame (che ha annullato per tutti i capi di imputazione dell’originaria misura cautelare) è stata espressa dagli avvocati Francesco Muzzopappa e Cosimo Tripodi.

LEGGI ANCHE: Maestrale-Olimpo-Imperium: a Vibo parti civili solo sei Comuni, fuori tutti gli altri

Rinascita Scott: sentenza della Corte d’Appello per i clan del Vibonese, ecco le condanne

top