domenica,Aprile 18 2021

Tentata rapina sul corso di Vibo, revocati i domiciliari per un 48enne

Nel dicembre scorso è stato condannato a 3 anni e 2 mesi. Accolta un'istanza dell'avvocato Francesco Rombolà

Tentata rapina sul corso di Vibo, revocati i domiciliari per un 48enne

Passa dagli arresti domiciliari all’obbligo di dimora, Stefano Lo Bianco, 48 anni, di Vibo Valentia condannato nel dicembre scorso a 3 anni e 2 mesi di reclusione per il reato di tentata rapina aggravata al termine di un processo che si è svolto con il rito abbreviato. Il Tribunale collegiale presieduto da Lucia Monaco, a latere i giudici Pia Sordetti e Graziamaria Monaco, ha infatti accolto un’istanza di attenuazione delle esigenze cautelari presentata dall’avvocato Francesco Rombolà (in foto in basso). L’altro imputata per la tentata rapina, Liviu Daniel Sarig, di 27 anni, era stato invece condannato in un separato processo a 3 anni e 4 mesi.

Tentano di rapinare e malmenano un operaio in centro città a Vibo, arrestati

Gli arresti erano stati operati dai carabinieri della Stazione, diretti dal comandante Cosimo Sframeli. I due erano accusati di aver aggredito nell’agosto scorso un operaio di origine bulgara di 46 anni con l’intenzione di rubargli un borsello su corso Vittorio Emanuele III a Vibo. Dopo averlo avvicinato, attesa la resistenza della vittima e le sue urla, Lo Bianco (in foto a sinistra) e Sarig si erano rapidamente allontanati dal Corso facendo perdere le proprie tracce. Immediate le ricerche dei militari dell’Arma, guidati dal luogotenente Sframeli, che in breve tempo hanno poi assicurato alla giustizia i due malviventi.

top