Vibo, la Guardia di finanza negli uffici del Comune – Video

I militari delle Fiamme gialle, su delega della Dda di Catanzaro, stanno acquisendo atti e documentazione per una verifica del corretto svolgimento di attività burocratico-amministrative
I militari delle Fiamme gialle, su delega della Dda di Catanzaro, stanno acquisendo atti e documentazione per una verifica del corretto svolgimento di attività burocratico-amministrative
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Gruppo della Guardia di finanza di Vibo Valentia si trova da questa mattina all’interno di Palazzo Luigi Razza, sede del Comune capoluogo, per acquisire atti e documentazione in diversi uffici e settori dell’amministrazione comunale. Si tratterebbe di un’attività di accertamento che prosegue in realtà da diverso tempo per verificare la correttezza della gestione amministrativo-burocratica. In particolare, l’accesso agli atti – disposto dal pm della Dda di Catanzaro Antonio De Bernardo – è stato esplicato in settori riguardanti l’impiantistica sportiva, le attività produttive, il contenzioso, la ragioneria; ed anche per alcuni contratti, tra i quali quello per l’illuminazione pubblica. [Continua dopo la pubblicità]

Informazione pubblicitaria
Il sindaco Limardo con gli ufficiali della Gdf

I fari delle fiamme gialle del capoluogo, dunque, restano accesi e puntati sul municipio di Vibo Valentia, dove questa mattina era presente anche il comandante provinciale Roberto Prosperi. Ad aprile scorso, ad esempio, proprio sulla base di alcuni accessi svolti dai finanzieri, è emersa la non corretta applicazione delle tariffe per il servizio idrico integrato. Mentre in altri casi a finire sotto la lente d’ingrandimento degli investigatori sono stati affidamenti in altri ambiti, sempre ruotanti attorni ai lavori pubblici e all’ambiente.