Cardellini e verdoni di provenienza illecita, 58enne denunciato a Dasà

In una voliera all’interno di un vecchio casolare i carabinieri forestali hanno rinvenuto 31 esemplari di avifauna non cacciabile. I volatili sono stati rimessi in libertà
In una voliera all’interno di un vecchio casolare i carabinieri forestali hanno rinvenuto 31 esemplari di avifauna non cacciabile. I volatili sono stati rimessi in libertà
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nell’ambito dei servizi predisposti dal Gruppo Carabinieri Forestale di Vibo Valentia, relativi alla campagna dei reparti forestali nel settore agricolo, agroalimentare e forestale per l’anno 2019, con particolare riguardo alla tutela dell’avifauna protetta, una persona è stata deferita all’autorità giudiziaria da parte del personale della Stazione Carabinieri Forestale di Serra San Bruno per la detenzione illecita di specie volatili non cacciabili, in violazione alla normativa di settore. I militari, durante l’espletamento di un servizio effettuato nella località “Marino” del comune di Dasà, hanno rinvenuto, in un vano adibito a voliera ubicato all’interno di un vetusto casolare di proprietà di tale G. A., di 58 anni, diversi esemplari di avifauna esclusa dalle specie cacciabili, nello specifico 31 esemplari tra cardellini e verdoni dei quali il soggetto non dimostrava la lecita provenienza. Lo stesso veniva, pertanto, segnalato all’autorità giudiziaria che, nell’immediatezza, disponeva la reimissione in libertà dei volatili, il cui valore di mercato veniva stimato in circa 1.200 euro.

Informazione pubblicitaria