Lavoravano in nero e col reddito di cittadinanza: scoperti dai carabinieri

Controlli a Ricadi da parte dell’Arma e dell’Ispettorato del lavoro. Cinque operai impiegati senza contratto, multa da 25mila euro al titolare di una ditta, denunciato il committente
Controlli a Ricadi da parte dell’Arma e dell’Ispettorato del lavoro. Cinque operai impiegati senza contratto, multa da 25mila euro al titolare di una ditta, denunciato il committente
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri del Nucleo ispettorato lavoro di Vibo Valentia con l’ausilio della stazione di Spilinga hanno proceduto al controllo di un cantiere in corso d’opera per la realizzazione di una struttura ricettiva a Santa Domenica di Ricadi. Durante l’ispezione sono emerse una serie di irregolarità in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro: i cinque operai presenti al momento dell’ispezione sono stati sorpresi a lavorare in precarie condizioni di sicurezza su ponteggi privi di parapetti. All’esito di un controllo ancora più approfondito, tutti e cinque sono risultati irregolari, privi di contratto di assunzione. Ed inoltre due di loro percepivano anche il reddito di cittadinanza. [Continua dopo la pubblicità]

Informazione pubblicitaria

Complessivamente sono state quindi elevate sanzioni amministrative per un importo di 25mila euro per le violazioni riscontrate con conseguente sospensione dell’attività imprenditoriale a carico del titolare dell’impresa edile, mentre nei confronti del committente dei lavori i carabinieri hanno proceduto al deferimento all’autorità giudiziaria per mancanza di permesso a costruire con conseguente sanzione pecuniaria pari a 6000 euro.