Pizzo, spaccio e detenzione di marijuana: un arresto e una denuncia

Un 20enne bulgaro è finito ai domiciliari mentre un suo connazionale 16enne è stato denunciato in stato di libertà. I carabinieri hanno infine segnalato alla Prefettura un 38enne napitino

Un 20enne bulgaro è finito ai domiciliari mentre un suo connazionale 16enne è stato denunciato in stato di libertà. I carabinieri hanno infine segnalato alla Prefettura un 38enne napitino

Informazione pubblicitaria
La sostanza e il denaro sequestrati

I carabinieri della Stazione di Pizzo, guidati dal maresciallo Paolo Fiorello, hanno tratto in arresto un 20enne bulgaro, Dimitrov Dimitar Zhivkov, e denunciato in stato di libertà un 16enne anche lui bulgaro entrambi residenti a Pizzo per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

In particolare, i militari nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, dopo aver assistito “in diretta” ad una cessione tra i due bulgari e un 38enne di Pizzo, sono intervenuti in via Roma bloccando i tre.

Subito perquisiti, i due cittadini bulgari venivano trovati in possesso di 6 involucri termosaldati del peso di 9 grammi tutti contenenti marijuana e di 15 euro in contanti mentre il giovane italiano di un involucro termosaldato del peso di 1,70 grammi appena acquistato.

La successiva perquisizione domiciliare eseguita nell’abitazione di Dimitrov permetteva di rinvenire all’interno di un vaso, un marsupio contenente 2 buste in cellophane trasparente con all’interno complessivi 58 grammi di marijuana, 1 involucro con all’interno 2,20 grammi della stessa sostanza oltre ad 1 bilancino di precisione.

L’arrestato è stato posto ai domiciliari e il 38enne italiano verrà segnalato alla Prefettura quale assuntore.