Inchiesta “Robin Hood”, il Riesame dispone gli arresti domiciliari per Vincenzo Caserta

L'ex dirigente regionale originario di San Costantino ha ottenuto la misura di attenuazione della pena unitamente a Pasqualino Ruberto, già presidente di Calabria Etica 

L'ex dirigente regionale originario di San Costantino ha ottenuto la misura di attenuazione della pena unitamente a Pasqualino Ruberto, già presidente di Calabria Etica 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha disposto gli arresti domiciliari per Vincenzo Caserta, ex direttore generale del Dipartimento Lavoro della Regione Calabria, originario di San Costantino Calabro, arrestato nell’ambito dell’inchiesta “Robin Hood” e difeso dagli avvocati Giancarlo Pittelli e Francesco Iacopino. 

Informazione pubblicitaria

“Robin hood”: le relazioni “pericolose” del “faccendiere” Vincenzo Spasari con politici e uomini del clan Mancuso

Lo stesso Tribunale del Riesame ha poi disposto la stessa misura anche per l’ex presidente di Calabria Etica Pasqualino Ruberto di Lamezia Terme, difeso dall’avvocato Mario Murone, che lascia quindi il carcere di Vibo Valentia dove era detenuto.