giovedì,Aprile 18 2024

Lavori sul torrente Lumia a Tropea: corretto l’operato della Provincia

La mancata stipula del contratto d’appalto è dipesa da un’interdittiva antimafia emessa a carico dell’impresa aggiudicataria delle opere

Lavori sul torrente Lumia a Tropea: corretto l’operato della Provincia

Resta confermata la mancata stipula del contratto relativo all’appalto dei lavori di manutenzione del torrente Lumia nel comune di Tropea, per l’importo a base d’asta di 153 mila euro aggiudicati all’impresa di Italiano Giasone con verbale del 27 marzo 2007. Il Tar di Reggio Calabria ha infatti rigettato l’appello dell’impresa contro la Provincia di Vibo Valentia. Nel ricorso la ditta di Italiano Giasone lamentava che, nonostante la disposta aggiudicazione in proprio favore e l’invio alla Stazione appaltante di tutta la documentazione richiesta, la Provincia di Vibo non aveva dato seguito alla sottoscrizione ed avrebbe mancato di offrire un qualsivoglia riscontro alle aspettative dell’impresa che con il ricorso al Tar aveva chiesto anche il risarcimento dei danni – ammontante a 200 mila euro – derivanti dal ritardo nell’affidamento dei predetti lavori.

La Provincia di Vibo si era costituita in giudizio contestando nel merito il ricorso ed in particolare deducendo che la ragione ostativa alla stipula del contratto è da rinvenirsi nella comunicazione datata 28 febbraio 2008 con cui la Prefettura di Reggio Calabria dava conto dell’emanazione di una interdittiva antimafia a carico dell’impresa ricorrente. Anche per il Tar la mancata stipula del contratto è dipesa dalla presenza di informazione interdittiva antimafia a carico dell’impresa, “circostanza non contestata in nessun modo dalla stessa impresa”. Da qui la legittimità dell’azione amministrativa della Provincia in esecuzione del protocollo di legalità e l’assenza di addebiti nella condotta dell’ente. Respinta anche la richiesta di risarcimento del danno che “risulta – scrivono i giudici amministrativi – del tutto sfornita di prova”.

Articoli correlati

top